Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Natale in zona rossa per l'Italia, ecco le nuove regole

© Sputnik . Evgeny UtkinGli alberi di Natale in una vetrina di un negozio
Gli alberi di Natale in una vetrina di un negozio - Sputnik Italia
Seguici su
Le nuove normative entrano in vigore oggi e coinvolgeranno tutto il territorio nazionale italiano fino al prossimo 6 gennaio.

A partire da oggi, 24 dicembre e fino a tutto il 6 gennaio tutta l'Italia scattano le nuove regole previste dal Dpcm natalizio, che di fatto trasformano tutto il territorio nazionale in zona rossa.

Più precisamente, le regole della zona rossa saranno in vigore il 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e l’1, 2, 3, 5 e 6 gennaio.

In queste date, infatti, in tutta Italia verranno applicate le misure previste per le zone rosse dal decreto del 3 novembre, con alcune eccezioni e deroghe.

Ma andiamo dunque ad analizzare, nel dettaglio, quali saranno le restrizioni con le quali gli italiani dovranno fare i conti in questo primo Natale dall'inizio della pandemia di Covid-19.

Gli spostamenti

Per quanto riguarda gli spostamenti, essi saranno vietati ad eccezione di quelli dovuti a motivi di lavoro o gravi urgenze legate a motivi di salute e altre necessità, o per il ritorno al proprio domicilio e alla propria abitazione.

A tali deroghe andranno poi ad aggiungersi anche quelle pensate specificamente per il periodo natalizio:

  • si potrà far visita a parenti e amici tra le 5 e le 22 a patto che lo spostamento coinvolga un gruppo di massimo due persone (esclusi dal computo eventuali figli di età inferiore ai 14 anni, persone disabili e non autosufficienti);
  • gli spostamenti potranno avvenire sia all'interno del proprio comune ma anche all'esterno, a patto che si resti nella stessa Regione.
  • sarà possibile raggiungere la propria seconda casa, anche nei giorni festivi e prefestivi, purché si rimanga nella stessa Regione.

Sono inoltre consentite le passeggiate nei pressi della propria abitazione così come l'attività motoria, con quest'ultima che dovrà essere svolta esclusivamente in forma individuale.

Quando portare con sé l'autocertificazione

Come previsto dal Dpcm, nei giorni festivi e prefestivi sarà necessario comprovare e giustificare qualsiasi spostamento attraverso il modulo di autocertificazione da compilare e presentare agli agenti che effettuano i controlli.

Tali dichiarazioni saranno quindi oggetto di verifiche ulteriori e, nel caso in cui venga dichiarato il falso, il cittadino può incorrere in multe e sanzioni come previsto dal decreto.

Apertura dei negozi e delle attività commerciali

Il decreto prevede la sospensione dell'attività di vendita al dettaglio, con le attività commerciali che saranno costrette a chiudere nei giorni festivi e prefestivi.

Anche in questo caso, tuttavia, sono presenti delle eccezioni, con le seguenti categorie di negozi che potranno rimanere aperti:

  • edicole;
  • tabaccai;
  • farmacie e parafarmacie;
  • negozi di generi alimentari;
  • negozi di articoli per la prima infanzia;
  • negozi di apparecchiature informatiche;
  • ferramenta;
  • negozi di articoli igienico-sanitari;
  • librerie;
  • altri (servizi di lavanderia, barbieri, parrucchieri, pompe funebri ecc.).

Chiusi, sia durante i giorni festivi che prefestivi, tutti i servizi di ristorazione: bar, gelaterie, pasticcierie e ristoranti. Consentita invece l'apertura per la vendita da asporto tra le 5 e le 22 e per la consegna a domicilio senza limiti di orario.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала