Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Meloni sul vaccino: Non si può imporre, ma se ci si deve vaccinare lo si deve fare

© Foto : Agenzia Nova / Marco MinnaManifestazione del centro destra con i leader Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani
Manifestazione del centro destra con i leader Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani - Sputnik Italia
Seguici su
Giorgia Meloni crede che se la scienza consigli di vaccinari, bisogna farlo. Per quanto riguarda la libertà si dice a favore di una campagna di sensibilizzazione e non sulla obbligatorietà.

Giorgia Meloni, interviene sul tema della libertà di vaccinarsi o meno e afferma che “se la comunità scientifica ci dice che ci si deve vaccinare lo si deve fare”, tuttavia non crede che “lo Stato lo possa imporre perché questo non è previsto nel nostro ordinamento”.

E sull’importanza del vaccino, ospite di radio RTL 102.5, la leader di Fratelli d’Italia afferma:

"Prima arriva il vaccino e meglio è. È un risultato averlo avuto in tempi brevi. Ovviamente bisogna seguire le indicazioni della comunità scientifica: se la comunità scientifica ci dice che ci si deve vaccinare lo si deve fare".

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, la Meloni crede che una campagna di sensibilizzazione sarà molto utile per invogliare gli italiani a vaccinarsi.

"Non penso che lo Stato lo possa imporre perché questo non è previsto nel nostro ordinamento, penso però che possa spingere con campagne serie dicendo quali sono i rischi, i modi per farlo, le priorità. Intanto facciamolo arrivare questo vaccino perché stiamo discutendo da due mesi ma il vaccino ancora non c’è, speriamo ci sia in futuro”.

Il vaccino Pfizer è stato approvato, arriva il 27 dicembre

Il vaccino Pfizer, su parere positivo dell’EMA emesso il 21 dicembre, è stato approvato dalla Commissione Europea e successivamente è stato approvato dall’Autorità del farmaco italiano (AIFA) per la distribuzione sul territorio nazionale.

Il giorno 26 dicembre le Forze Armate italiane prenderanno in custodia il vaccino Pfizer (quasi 10 mila dosi) e il giorno 27 dicembre inizierà in contemporanea in tutta l’Unione Europea la campagna vaccinale contro il virus Sars-CoV-2.

In Italia i primi cinque sanitari a vaccinarsi sono operatori dell’Istituto nazionale di malattie infettive (INMI) Lazzaro-Spallanzani di Roma, la prima in assoluto una giovane infermiera.

Entro la prossima estate, ha informato il Commissario all’emergenza Domenico Arcuri, gran parte degli italiani risulteranno essere vaccinati e si raggiungerà così l’immunità di gregge.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала