Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Chang'e-5 Orbiter cinese intraprende una nuova missione nello spazio gravitazionalmente stabile

© AP Photo / China National Space Administration / XinhuaChina's Chang'e-5
China's Chang'e-5 - Sputnik Italia
Seguici su
Dopo aver terminato la sua missione principale, la parte della navicella spaziale cinese Chang'e-5 rimasta nello spazio è partita per una nuova missione: esplorare un'insolita area dello spazio nota come punto lagrangiano.

Il 16 dicembre il veicolo orbiter ha svolto il compito finale della sua missione primaria per poi cadere dalla capsula che trasportava campioni dalla superficie lunare. La capsula è precipitata sulla Terra, recuperata dagli scienziati cinesi nella Mongolia Interna per le analisi.

Non si è comunque trattato della fine della missione dell'orbiter: Hu Hao, il capo progettista della fase di ritorno del campione della missione Chang'e-5, ha dichiarato domenica alla China Central Television (CCTV) che l'orbiter aveva riportato un'ustione di evitamento per non schiantarsi nell'atmosfera terrestre e che è giunto il momento di iniziare una nuova missione in uno dei punti lagrangiani Terra-Sole.

In ogni sistema a due corpi, ci sono cinque punti in cui la forza gravitazionale dei due oggetti è uguale, rendendo possibile che altri oggetti esistano lì con un'influenza minima degli altri due. Hanno dimostrato di essere preziosi per la ricerca, tanto che la Cina ha posizionato il satellite per le comunicazioni Queqiao nel punto lagrangiano L2 Terra-Luna, che si trova sul lato più lontano della Luna, per fornire un collegamento alle missioni su quel lato del satellite terrestre come la missione Chang'e-4 nel 2019.

Mentre Hu ha rifiutato di fornire dettagli verso quale punto lagrangiano Terra-Sole fosse diretto il veicolo spaziale, gli astronomi dilettanti hanno suggerito che, in base alla sua traiettoria negli ultimi giorni, sembra probabile che Chang'e-5 sia diretto al punto L1, che è direttamente tra la Terra e il Sole.

Il punto L1 è circa quattro volte più distante dalla Terra rispetto all'orbita della Luna e offre una visuale libera del Sole. Gli esseri umani hanno posizionato qui diversi satelliti che fungono da osservatorio solare nel corso degli anni, tra cui DSCOVR, WIND, SOHO e ACE, secondo la NASA.
Hu ha notato che l'orbiter Chang'e-5 ha ancora una notevole quantità di carburante propellente e ciò significa che sarà in grado di continuare a manovrare per un po' di tempo.

'SpaceNews' ha notato che questa non è la prima missione cinese a seguire questo schema: nel 2010 la sonda Chang'e-2, che orbitava intorno alla Luna e l'ha mappata, ha continuato a visitare il punto L2 Terra-Sole per testare le capacità del comando a terra di  monitorare e dirigere il veicolo spaziale. L2 si trova "dietro" la Terra alla stessa distanza di L1.

Anche l'agenzia spaziale statunitense NASA sta preparando una missione in uno dei punti lagrangiani di Giove. Nei punti L3 e L4, i pianeti tendono a raccogliere asteroidi "troiani" e altri detriti spaziali, che orbitano attorno al Sole, davanti e dietro di esso. La sonda LUCY, che verrà lanciata alla fine del 2021, visiterà otto trojan di Giove per un periodo di 12 anni. Si ritiene che gli asteroidi siano oggetti catturati dalla fascia di Kuiper, che si origina della parte remota del sistema solare oltre l'orbita di Nettuno.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала