Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

A Yerevan manifestanti passeranno la notte davanti il palazzo del governo

Seguici su
Nella capitale armena alcuni dei manifestanti pernotteranno in Piazza della Repubblica vicino al palazzo del governo, ha detto Ishkhan Saghatelyan, un rappresentante del partito d'opposizione "Federazione Rivoluzionaria Armena".
"Forniremo le condizioni per quelli che vogliono passare la notte in piazza. Domani mattina le proteste numerose e gli scioperi continueranno in tutta l'Armenia. Continueremo la nostra campagna fino alle 16 (in Italia le 13). Alle 16 ci sarà una grande manifestazione, e noi passeremo tutti ad azioni più drastiche e decisive", ha detto il politico.

Secondo l'oppositore, i manifestanti non lasceranno la piazza fino alle dimissioni del premier Nikol Pashinyan.

Oggi i manifestanti hanno allestito diverse tende fuori dal palazzo del Governo. In aggiunta i militanti dell'opposizione hanno circondato l'edificio. Successivamente l'esponente del partito Gegham Manukyan ha detto che i manifestanti stavano temporaneamente sospendendo l'occupazione.

In Armenia si è iniziato a parlare insistentemente delle dimissioni del capo del governo Pashinyan dopo la firma dell'accordo sul cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh. 

Escalation e tregua nel Nagorno-Karabakh

Alla fine di settembre, il conflitto a lungo termine del Nagorno-Karabakh è ripreso provocando vittime tra la popolazione civile. Le parti hanno tentato più volte di firmare una tregua, ma solo l'accordo tripartito raggiunto il  10 novembre si è rivelato efficace.

Con la mediazione di Mosca, l'Azerbaigian e l'Armenia hanno deciso di cessare completamente il fuoco e di scambiarsi prigionieri e corpi dei morti. Yerevan ha anche ceduto a Baku i distretti di Kalbajar, Lachin e Agdam.

Le autorità azere hanno parlato espressamente di "capitolazione" dell'Armenia con questo accordo di pace, a sua volta il premier Pashinyan ha fatto sapere di aver firmato una tregua difficile, paventando in caso di mancato accordo perdite territoriali ancora più pesante per le forze filo-armene della regione.

Le forze di pace russe sono di stanza nella regione per controllare il rispetto del cessate il fuoco e degli accordi raggiunti tra armeni e azeri.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала