Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid-19, identificata una nuova mutazione in Sudafrica

Seguici su
La variante 501.V2 è responsabile del 90% di nuovi casi e si sta diffondendo anche in altri Paesi più rapidamente che nella prima ondata di contagi.

In Sudafrica è stato identificato un ceppo mutato del virus SARS-CoV-2. Il ministro della Sanità, il dottor Zweli Mkhize, ha riferito attraverso una nota del Dipartimento, che la mutazione del virus è stata temporaneamente denominata 'variante 501.V2'. La scoperta è stata fatta da un un team di genomica, guidato dalla "Kwazulu-Natal Research Innovation and Sequencing Platform" (KRISP), che ha sequenziato centinaia di campioni da tutto il Paese dall'inizio della pandemia.

Gli scienziati hanno osservato come la variante sia responsabile di circa il 90% dei casi, di fatto diventata dominante negli ultimi due mesi. Inoltre la mutazione è stata riscontrata fuori dal Sudafrica, in particolare nel Regno Unito e in Australia. 

Maggiore contagiosità

Secondo il professor Salim Abdool Karim, nella seconda ondata il nuovo ceppo si sta diffondendo molto più rapidamente che nella prima. 

"È ancora molto presto, ma in questa fase i dati preliminari suggeriscono che il virus si stia diffondendo più velocemente rispetto alla prima ondata. Non è chiaro se la seconda ondata abbia più o meno morti, in altre parole, la gravità è ancora molto poco chiara", ha detto.

Sino ad ora, rileva lo studio, il virus ha circolato per lo più fra pazienti giovani e senza co-morbilità. I soggetti contagiati dalla nuova variante, inoltre, presentano una maggiore carica virale. La mutazione, dunque, potrebbe avere una maggiore contagiosità del ceppo diffuso in tutto il mondo.

Le cautele

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) - Sputnik Italia
OMS, formato un gruppo di lavoro per studiare le mutazioni del coronavirus
Gli scienziati invitano a rispettare le tre regole fondamentali anti-Covid: mascherine, distanziamento e lavaggio delle mani. Non ci sono evidenze, dicono inoltre, che il nuovo ceppo debba essere trattato con terapie diverse da quelle attualmente previste dal protocollo. Non sono dunque previste ulteriori misure restrittive

L'Oms ha affermato che sta monitorando la situazione. 

Il coronavirus in Sudafrica

Il Sudafrica è il Paese più colpito dall'epidemia di coronavirus nel continente africano. Il bilancio della pandemia nel paese è di 901.538 casi e 24.285 vittime, secondo i dati della John Hopkins University.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала