Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In un’Italia sempre più vecchia e con sempre meno nati, a frenare il trend ci pensano gli stranieri

© Sputnik . Evgeny UtkinUn cameriere in mascherina vicino a un ristorante
Un cameriere in mascherina vicino a un ristorante  - Sputnik Italia
Seguici su
Sono in media più giovani e suppliscono, non totalmente, alla riduzione della natalità nel Belpaese, secondo i dati del Censimento permanente dell’Istat.

La popolazione italiana diminuisce, anche se lentamente, invecchia, e non si rinnova. Un trend costante e pericoloso che viene, solo in parte, arginato, dalla presenza, sempre in aumento delle comunità straniere.

Secondo il Censimento permanente dell’Istat, infatti, gli stranieri sono in media più giovani di 11,5 anni e procreano di più.

La popolazione censita in Italia al 31 dicembre 2019 è pari 59.641.488 residenti, circa 175mila persone in meno rispetto al 31 dicembre 2018, ma sostanzialmente stabile nel confronto con il 2011 (anno dell’ultimo censimento di tipo tradizionale), quando si contavano 59.433.744 residenti.

Questo lievissimo incremento di popolazione rispetto al 2011, secondo i dati Istat, è da attribuire esclusivamente alla componente straniera.

I dati a confronto

Tra il 2011 e il 2019 la popolazione di cittadinanza italiana, infatti, si è ridotta di 800mila unità e nello stesso tempo gli stranieri sono aumentati di un milione (+25,1%).

Inoltre tra il 2012 e il 2019 sono state registrate più di un milione di acquisizioni di cittadinanza. I cittadini stranieri sono in aumento in tutte le Regioni italiane, tranne in Valle d’Aosta.

Il totale della popolazione straniera nel 2019 è di 5.039.637 individui: si tratta di +0,9% rispetto al 2018, ma di un aumento del 277,5% rispetto al 2001, quando gli stranieri erano soltanto 1.334.889.

Questa crescita, però, non è riuscita a compensare la riduzione della popolazione complessiva residente in Italia (-175.185 unità) che, di fatto, equivale a un calo demografico di quasi 220 mila residenti autoctoni.

Italia sempre più vecchia

Il nostro è un Paese sempre più vecchio: aumentano molto le persone dai 45 anni in su che passano dal 48,2% del 2011 al 53,5% del 2019.

© Sputnik . Igor Zarembo / Vai alla galleria fotograficaAnziani
In un’Italia sempre più vecchia e con sempre meno nati, a frenare il trend ci pensano gli stranieri - Sputnik Italia
Anziani

La più giovane struttura della popolazione straniera rallenta il processo di invecchiamento della popolazione residente in Italia.

L’età media degli stranieri è più bassa di 11,5 anni rispetto a quella degli italiani (34,7 anni contro 46,2 anni nel 2019).

La popolazione straniera giovane è concentrata soprattutto al nord, dove ci sono anche le percentuali più alte di bambini in età 0-4 anni (circa il 7%)

L’arrivo degli stranieri frena il calo demografico

Secondo l’Istat la popolazione totale censita nel 2019 è rimasta pressoché stazionaria rispetto al 2011 e solo grazie alla crescita della componente straniera è riuscita a controbilanciare il significativo calo demografico degli italiani (-804.266).

Di fatto, spiega Istat “la costante crescita degli stranieri si è contrapposta al continuo decremento della popolazione autoctona. Va considerato, peraltro, che tra gli italiani sono inclusi anche gli stranieri che hanno ottenuto la cittadinanza, i quali contribuiscono al contenimento del calo demografico della componente nazionale”.

Come è cambiata l’immigrazione

Se è vero che gli stranieri sono in media più giovani degli italiani, è vero meno che in passato. Nel periodo 2001-2019 anche l’età media degli stranieri mostra un trend in crescita, aumentando di 3,8 anni (da 30,9 a 34,7).

L’indice di ricambio della popolazione in età attiva, cioè coloro che iniziano a lavorare rispetto a chi si ritira dal mercato, rileva un netto vantaggio degli stranieri. E lo stesso accade per l’indice di vecchiaia, con valori pari al 27,6% per gli stranieri e al 199,1% per gli italiani.

La popolazione straniera ha una presenza di bambini più alta rispetto a quella italiana, 6,3% contro 3,6% di italiani.

Chi sono gli stranieri in Italia

Tante le nazionalità presenti, ben 195 nazionalità: circa la metà proviene dal Vecchio Continente e il 22% dall’Africa. L’Asia rappresenta il 21% del totale e l’America il 7,3%.

Gli stranieri appartenenti all’Unione europea rappresentano la quota prevalente della presenza straniera in Italia (29,9%), seguita dall’Europa centro orientale con il 19,6%.

Per l’Africa è l’area settentrionale a essere maggiormente rappresentata (13,1%), per il continente asiatico sono le aree centro-meridionale e orientale (10,7% e 9,3%) mentre per il nuovo continente sono i latinoamericani (il 7%).

© Foto : Clara StatelloI migranti in Italia
In un’Italia sempre più vecchia e con sempre meno nati, a frenare il trend ci pensano gli stranieri - Sputnik Italia
I migranti in Italia

Gli africani sono i più giovani con un’età media di 31,2 anni, in particolare quelli provenienti dall’area occidentale con 29,6 anni, leggermente meno giovani sono gli asiatici (32,8 anni in media) tra i quali, tuttavia, “si osservano gli stranieri immigrati più anziani (Asia occidentale) con un’età media di 37,5 anni (al netto degli europei degli Altri paesi europei, dei nord americani e degli oceaniani), a conferma del processo di invecchiamento di collettività come quella filippina (a prevalenza femminile) che è di più remota immigrazione”.

Dalla Romania proviene quasi il 23% del totale stranieri, seguono a grande distanza l’Albania e il Marocco, ciascuno con poco più dell’8% del totale.

I paesi asiatici sono cinque (Cina, Filippine, India, Bangladesh e Pakistan) e, insieme, rappresentano il 17% del totale (il 5,7% è costituito dalla sola Cina).

Tra il 2018 e il 2019 ci sono stati alcuni cambi di posizione nella graduatoria delle 10 collettività più rappresentate: la Moldova, perdendo popolazione, esce dalla classifica e cede il posto all’Egitto e, a seguire, al Pakistan che, al contrario, aumenta la propria presenza in Italia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала