Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il governo teme il maxiesodo, un milione in viaggio per tornare a casa prima del lockdown

© AP Photo / Alex SanzTraffico su un'autostrada
Traffico su un'autostrada - Sputnik Italia
Seguici su
Aumentati i controlli sulle autostrade: 70mila uomini delle forze dell’ordine in campo per evitare possibili disagi e assembramenti.

Un milione di italiani si sta per mettere in viaggio dal nord al sud per tornare a casa per Natale e Capodanno prima che l’Italia entri in lockdown. E per controllare questo maxiesodo il governo ha deciso di mettere in campo 70mila uomini delle forze dell’ordine. I controlli scatteranno oltre che sulle autostrade anche nei centri commerciali che saranno presi d’assalto per gli ultimi regali natalizi.

Il timore del governo è che tra shopping dell’ultimo minuto, aperitivi natalizi, viaggi e spostamenti, ci possano essere altre occasioni di contagio. Quello che si apre domani, infatti, è l’ultimo weekend in zona gialla per quasi tutta Italia, prima dell’arrivo della stretta. L’ipotesi sempre più accreditata infatti è che dal 24 dicembre al 3 gennaio tutta Italia diventi zona rossa.

Voli e treni esauriti

Il governo non è riuscito ad anticipare la stretta a questo weekend e un milione di persone sono pronte a partire tra auto, treni e aerei.

Secondo Repubblica almeno 300mila biglietti aerei, ferroviari e di pullman sono stati già venduti a prezzi esorbitanti: da 150 a 300 euro per tratta da Milano a Palermo, 200 euro in treno da Torino a Reggio Calabria.

Nonostante i costi enormi, è tutto esaurito sui treni in partenza dalle stazioni del nord Italia, da oggi a domenica.

I controlli da nord a sud

Intanto si guarda alle autostrade come principale pericolo di assembramenti. Secondo le stime il 70% degli italiani che decideranno di spostarsi lo faranno in macchina.

Il Viminale stabilirà posti di blocco e controlli agli autogrill e in altre aree per verificare che vengano rispettate le normative anti-Covid con multe salatissime per i trasgressori: la norma infatti impone che in auto si possa viaggiare solo in due, uno per ogni fila di sedili e con mascherina sempre indossata, a meno che non ci si muova solo in compagnia di conviventi.

Non sarà possibile quindi viaggiare con amici, coinquilini o passeggeri che condividono il viaggio dividendo le spese, il cosiddetto car pooling, con piattaforme di sharing.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала