Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Napoli, il sangue di San Gennaro non si scioglie, cardinale Sepe: benedirà lo stesso la città

Seguici su
Non si è rinnovato il prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro, patrono della città di Napoli, ma il cardinale Crescenzo Sepe ha rassicurato i fedeli, pochi a causa della pandemia di coronavirus, presenti ieri nel Duomo.

Niente miracolo ieri nel Duomo della città partenopea, che commemora l’intervento del santo del 16 dicembre del 1631, quando venne invocato dai fedeli e salvò Napoli da un'eruzione del Vesuvio. Conosciuto come "il miracolo laico", quello di dicembre è il terzo appuntamento dell'anno liturgico con la liquefazione del sangue del santo, dopo quello del primo sabato di maggio e quello del 19 settembre, giorno del martirio del patrono di Napoli e della Campania.

I miracoli di dicembre e di maggio non si ripetono spesso, a differenza di quanto accade invece a settembre. Come ricorda Il Mattino, l'ultima volta in cui il miracolo di dicembre non è avvenuto è stato nel 2016. E per la tradizione popolare non è di buon auspicio per la città e per i partenopei, soprattutto in tempi di pandemia.

Monsignor Papa: deve sciogliersi il cuore dell’uomo

“Se c'è qualcosa che si deve sciogliere, questa è il cuore dell'uomo. Allora affidiamo a San Gennaro questa bella intenzione”, ha detto monsignor Vincenzo Papa, parroco di Santa Maria Assunta al Duomo di Napoli, durante la celebrazione della messa con la teca contenente il sangue di San Gennaro, ancora solido, esposta sull'altare.

“Molti stanno chiedendo, e ora che succede? Non succede niente. Ci viene in aiuto la parola di Dio. Stasera a parlarci è San Gennaro, dice a me e a voi di ascoltare Gesù, la sua parola. Se c'è un miracolo che dobbiamo fare noi è sciogliere il nostro cuore, che ogni tanto si indurisce e si allontana dalla grazia di Dio. Questo cuore che ogni tanto diventa di pietra, facciamolo tornare cuore di carne, capace di palpitare ancora, di donare vita, un sorriso, una stretta di mano che non possiamo fare per la pandemia. San Gennaro ci dice che, se ascoltiamo Gesù, il miracolo avviene, non perché il sangue si scioglie o meno, ma perché si scioglie il cuore dell'uomo».

Arcivescovo di Napoli rassicura i fedeli

Di fronte allo sconcerto dei fedeli, l'arcivescovo di Napoli, il cardinale Sepe, ha voluto così rassicurarli:

“Anche se il sangue non si scioglie non significa chissà che cosa. Certamente San Gennaro, dal cielo, benedirà ciascuno di noi, le nostre famiglie e la nostra città”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала