Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid-19, l'appello di Papa Francesco: "Il vaccino sia garantito a tutti"

© Ruptly . Screenshot / Vatican City StatePapa Francesco nomina il primo cardinale afroamericano nella storia cattolica
Papa Francesco nomina il primo cardinale afroamericano nella storia cattolica  - Sputnik Italia
Seguici su
Il Pontefice ha inoltre chiesto di utilizzare i soldi destinati alle spese militari per costituire un fondo per eliminare la fame e per aiutare lo sviluppo dei Paesi poveri.

Papa Francesco chiede ai governi e alle aziende farmaceutiche di garantire l'accesso al vaccino contro il Covid-19 e l'assistenza sanitaria a tutti, soprattutto a chi si trova in condizioni di svantaggio. L'appello è contenuto nel messaggio annuale per il 1 gennaio, giornata della Pace, quest'anno intitolata "La cultura della cura come percorso di pace" e dedicata all'emergenza pandemia.

"Rinnovo l’appello ai responsabili politici e al settore privato affinché adottino le misure adeguate a garantire l’accesso ai vaccini contro il Covid-19 e alle tecnologie essenziali necessarie per assistere i malati e tutti coloro che sono più poveri e più fragili", scrive il Papa. 

Papa Francesco ha riaperto le celebrazioni liturgiche con i fedeli dando inizio al rito presso la tomba di Giovanni Paolo II in occasione del centenario della nascita del pontefice polacco, nella Basilica di San Pietro - Sputnik Italia
Coronavirus, il Papa contro la povertà farmaceutica: "Il vaccino sia universale"
Bergoglio si rivolge a "Capi di Stato e di Governo, ai responsabili delle Organizzazioni internazionali, ai leader spirituali e ai fedeli delle varie religioni, agli uomini e alle donne di buona volontà", a cui porge i migliori auguri "affinché quest’anno possa far progredire l’umanità sulla via della fraternità, della giustizia e della pace fra le persone, le comunità, i popoli e gli Stati".

Il Pontefice ricorda come la grande crisi sanitaria del 2020 dovuta al Covid-19 si sia trasformata in un "fenomeno multisettoriale e globale", che ha inciso su altre crisi tra loro correlate, come quella climatica, alimentare, economica e migratoria.  

In questo contesto di crisi ed emergenza globale, il Papa denuncia la "dispersione di risorse" nelle armi e chiede di "costituire con i soldi che s'impiegano nelle armi e in altre spese militari un 'Fondo mondiale' per poter eliminare definitivamente la fame e contribuire allo sviluppo dei Paesi più poveri".

Nel testo si ricorda il "nuovo slancio diverse forme di nazionalismo, razzismo, xenofobia e anche guerre e conflitti che seminano morte e distruzione", a cui il Francesco oppone una cultura della "cura gli uni degli altri e del creato, per costruire una società fondata su rapporti di fratellanza. Perciò ho scelto come tema di questo messaggio: ’La cultura della cura come percorso di pace’. Cultura della cura per debellare la cultura dell’indifferenza, dello scarto e dello scontro, oggi spesso prevalente". 

Infine l'appello ai governi alle organizzazioni internazionali per imprimere alla globalizzazione "una rotta veramente umana".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала