Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccino Covid, favorevoli 8 italiani su 10: solo il 19% non lo farebbe

© Sputnik . AFK Sistema / Vai alla galleria fotograficaProduzione del vaccino contro il covid
Produzione del vaccino contro il covid - Sputnik Italia
Seguici su
La maggior parte degli italiani ritiene che il vaccino non debba essere obbligatorio, ma quasi l'80% è intenzionato a sottoporsi alla vaccinazione. E' quanto emerge da un sondaggio.

Il dibattito sul vaccino anti-Covid ha scatenato la polemica nella comunità scientifica, nella politica e sui social. A preoccupare è da un lato la possibilità che lo scetticismo non consenta di raggiungere la fatidica soglia del 70% per l'immunità di gregge, dall'altro è l'obbligatorietà della vaccinazione, invisa a parte dell'opinione pubblica. 

A questo riguardo l'istituto Emg ha avviato un'indagine per Adnkronos, da cui è emerso come gli italiani abbiano le idee abbastanza chiare sul vaccino.

La maggioranza degli italiani è contraria al vaccino obbligatorio ma ha un'opinione favorevole. Quasi 8 su 10 sono intenzionati a vaccinarsi, mentre resta uno zoccolo duro del 19% contrario in ogni caso. 

Obbligatorietà del vaccino

Uno dei quesiti del sondaggio riguarda l'obbligo del vaccino.

  • Il 53% degli intervistati ritiene che vaccinarsi debba essere una libera scelta
  • solo il 37% è favorevole all'obbligatorietà per tutti
  • resta un 10% che non risponde

Matteo Salvini - Sputnik Italia
Salvini contro il vaccino obbligatorio: "Chi parla di emergenza non ama l'Italia"
Opta per la libera scelta il  56% delle donne il 50% degli uomini. In relazione alle preferenze per fascia d'età, è contrario all'obbligatorietà il 62% di chi ha meno 35 anni, il 58% nella fascia tra 35 e 54 anni e il 44% ha più di 55 anni. 

Favorevoli alla libera scelta si trovano soprattutto al Nordest, il 71%. La quota si riduceal 61%  spostandosi al Sud, al 55% a Nordovest al 46% nelle Isole e 30% al Centro. 

Favorevoli al vaccino

Contrari al vaccino in ogni caso sono il 19% degli intervistati, il 4% non risponde, mentre si sottoporrebbe alla vaccinazione il 77% degli intervistati. Tra questi il 34% si vaccinerebbe immediatamente, mentre il 43% aspetterebbe qualche mese. 

I favorevoli al vaccino sono l'82% degli uomini e il 73% delle donne. Il consenso verso il vaccino aumenta progressivamente per fasce d'età. Tra gli under 35 è favorevole il 63%, che aumenta a 71% nella fascia tra i 35 e i 54 anni, sino ad arrivare al 90% per gli over 55. Diversificando per regioni, nel nord est i favorevoli sono l'87%, nel Nordovest il 78%, al Centro l'85%, in linea con la media nazionale. I favorevoli al vaccino diminuiscono al 71% nelle isole sino al 65% a Sud. 

Il sondaggio è stato condotto il 14 dicembre su un campione di 1664 rappresentativo per sesso, età, regione e ampiezza demografica dei comuni, con un intervallo di fiducia del 2,3% e un tasso di risposta pari all'83%.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала