Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Renzi avverte Conte: "battaglia di idee non di poltrone, ministre Iv pronte a lasciare"

© Foto : Evgeny UtkinMatteo Renzi
Matteo Renzi - Sputnik Italia
Seguici su
Le parole di Renzi arrivano dopo il rinvio dell'incontro della delegazione di Italia Viva con il premier Conte, dal momento che la ministra Bellanova era impegnata per lavoro in una trasferta a Bruxelles.

Matteo Renzi sottolinea che le divergenze maturate con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in relazione alla gestione del Recovery Fund non sono dettate dal desiderio del suo partito di ottenere un rimpasto di governo e nuovi ministeri, ma sono una battaglia di idee. Proprio per questo le rappresentanti di Italia Viva nell'esecutivo, qualora le diversità di vedute con Palazzo Chigi diventassero inconciliabili, sarebbero pronte a rassegnare le dimissioni.

"Stiamo facendo una battaglia per le idee, non per le poltrone, all'incontro verranno anche le ministre, che sono pronte a rimettere il mandato, se serve...Perché chi dice che noi facciamo confusione per avere mezza poltrona in più deve prendere atto che noi siamo l’unico partito che è pronto a rinunciare alle poltrone, non a chiederle", ha affermato il leader di Iv durante la sua consueta Enews.

Renzi ha poi riferito che quando si svolgerà l'incontro con Conte, dopo il rinvio della mattina per l'assenza giustificata della Bellanova impegnata per lavoro a Bruxelles, rappresentanti di Iv consegneranno un documento con i temi per il "salto di qualità" del governo.

Commentando il Dpcm di Natale e la posizione del governo, indeciso tra chi sostiene allentamenti alle misure anti-contagio durante le feste e tra chi invece auspica un lockdown, Renzi ha contestato l'indecisione e l'atteggiamento mutevole dell'esecutivo.

"Cinque giorni fa il Governo aveva annunciato di sbloccare i trasferimenti tra piccoli comuni", con "il Premier" ma anche "il Ministro degli Esteri. Oggi, invece, pare che il Governo cambi linea dopo le foto dello shopping natalizio nei centri storici. Sapete la mia opinione: bisogna avere una posizione e mantenerla, non cambiarla ogni tre giorni dicendo 'Chiusura!', poi 'No, ci si potrà muovere fra comuni!' ed infine 'No, zona rossa in tutta Italia!'. Si decida una linea, la si spieghi e tutti insieme la si difenda ma senza zigzag: gli italiani sono bravissimi e super pazienti, ma non è che possono assistere a questa indecisione costante".

A conclusione del suo intervento, Renzi si auspica che sulla vaccinazione contro il Covid il governo sia impeccabile ed eviti ritardi, così come esorta a smetterla di dare la colpa ai cittadini, dopo le critiche per gli assembramenti nelle vie dello shopping delle città lo scorso weekend, riprendendo quanto sostenuto ieri dal sindaco di Milano Beppe Sala e dal primo cittadino di Bergamo Giorgio Gori. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала