Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sci, napoletani all’assalto di Roccaraso tentano di diventare organizzatori di gare e agonisti

© Sputnik . Viktor Onuchko / Vai alla galleria fotograficaTurismo invernale sulle Alpi
Turismo invernale sulle Alpi - Sputnik Italia
Seguici su
Pur di sciare la fantasia le organizza tutte, compreso fingersi promesse mondiali dello sci o organizzatori di competizioni agonistiche. A Napoli l'immaginazione ferve.

Le piste da sci non sono ufficialmente chiuse, ma destinate ai soli agonisti: così impongono le disposizioni del Decreto del presidente del Consiglio dei ministri (dpcm). Tuttavia da Napoli ci si ingegna per poter sciare a Roccaraso, la meta sciistica più prossima per la gran parte dei partenopei e non solo.

Il Mattino di Napoli racconta che “nel silenzio” di chi ci prova senza dare nell’occhio, ci si vorrebbe trasformare in agonisti o addirittura in organizzatori di gare per portare gli amici sulle piste da sci di Roccaraso.

Perdete ogni speranza racconta Il Mattino, perché sulle piste non si emettono skipass ed a passare sono solo e rigorosamente gli atleti, quelli veri, che vengono segnalati dalla Federazione e non quelli che presentano il tesserino come agonisti. Inoltre è sempre la Federazione ad autorizzare le competizioni e devono essere competizioni di alto livello.

L’idea di iscriversi alla Fisi

L’idea in ambienti partenopei è infatti quella di iscriversi alla Fisi, la Federazione italiana sport invernali per trasformarsi tutti in speranze dello sci nazionale provenienti dal Sud Italia.

Ma Il Mattino fa notare che la Fisi è una Federazione seria di rilevanza internazionale e non scenderà mai a un livello basso, abituata come è a portare i suoi veri campioni sul gradino più alto del podio, dalle Coppe del mondo alle Olimpiadi.

Inoltre risulta che gli impianti che hanno aperto per consentire di sciare ai campioni e alle campionesse dello sci italiano, sono pochi, perché aprire un impianto per poche persone è economicamente non sostenibile. E non conviene neppure pensare di sciare sugli impianti chiusi in modo abusivo come accaduto sull'Abetone.

L’impresa di sciare a Roccaraso è quindi come compiere una arrampicata di grado 8b, secondo la scala francese, o come salire sulla cima del Nanga Parbat a quota 8.126 metri. Qualcuno ci riesce, ma pochi, davvero in pochi, solo i veri campioni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала