Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Reggio Calabria, falsificazione voti alle amministrative: arrestato consigliere comunale

© East News / OrediaUrna elettorale
Urna elettorale - Sputnik Italia
Seguici su
Non voto di scambio, ma una vera e propria falsificazione. Un consigliere comunale di Reggio Calabria è stato eletto facendo risultare come votanti anziani mai recatisi alle urne.

La Digos della Questura di Reggio Calabria ha arrestato il consigliere comunale del Partito Democratico, Antonino Castorina, su mandato della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, a seguito delle indagini sulle recenti elezioni amministrative del 20 e 21 settembre.

Le indagini sono scattate a seguito della segnalazione di voti risultanti a nome di persone che non si sono mai recate al seggio elettorale. Segnalazione fatta dalla polizia che in tasca ad un soggetto aveva rinvenuto tre schede elettorali, scrive Il Fatto Quotidiano.

Castorina, che è stato eletto con 1510 voti, è risultato il consigliere comunale più votato del centrosinistra riporta l’Ansa ed è anche una componente della direzione nazionale del PD.

Con lui è stato arrestato anche Carmelo Giustra, un presidente di seggio che secondo l’ipotesi della procura avrebbe aiutato il consigliere. I due sono infatti indagati per falso in atto pubblico e reati elettorali.

Sono in corso diverse perquisizioni domiciliari disposte dalla magistratura di Reggio Calabria.

Hanno fatto votare anziani che non si recavano alle urne

Secondo quanto riporta Il Fatto quotidiano, a Reggio Calabria avrebbero votato persone molto anziane mai recatesi al seggio.

A seguito del ritrovamento delle schede, alcune persone con oltre 80 anni di età sono state in seguito ascoltate dalla polizia alla quale avevano riferito di non essersi recati al seggio elettorale per votare.

Il Castorina aveva organizzato il tutto i giorni precedenti le elezioni, ottenendo il duplicato di centinaia di tessere elettorali che sarebbero state consegnate direttamente al consigliere del PD. I magistrati su questo hanno sentito alcuni dipendenti comunali.

Alcuni di quei duplicati sono stati infine usati per far risultare voti di persone che hanno invece disertato le urne.

Castorina risulta anche indagato nell’inchiesta “Helios” per tentata induzione indebita a dare o promettere utilità. Una inchiesta che coinvolge la società di raccolta dei rifiuti di Reggio Calabria.

Al momento la regolare elezione del sindaco Giuseppe Falcomatà non risulta essere messa in discussione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала