Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

2021, l'allarme di Di Maio: "rischio di una crisi occupazionale come nel 2008"

© FotoLavoro giovani. Cresce la richiesta di competenze digitali e tecnologiche
Lavoro giovani. Cresce la richiesta di competenze digitali e tecnologiche - Sputnik Italia
Seguici su
La domanda interna e la capacità di spesa limitata saranno le principali spine nel fianco dell'economia italiana nel prossimo anno, secondo il ministro degli Esteri pentastellato Luigi Di Maio.

Il titolare della Farnesina è intervenuto durante l'Agorà digitale dedicata alla Puglia organizzata via Zoom, parlando delle prospettive economiche dell'Italia nel nuovo anno. In particolare il 2021 sarà un anno difficile e delicato, in cui verranno a galla le conseguenze del lockdown e delle misure draconiane anti-contagio che anche se da una parte hanno contenuto la crisi sanitaria, dall'altro hanno messo a dura prova le attività economiche.

Secondo Di Maio, "rischiamo una crisi occupazionale ed economica simile al 2008".

Di Maio ha rilevato che la maggiore criticità verrà dal "grosso problema della domanda interna” e dal minor potere d'acquisto dei cittadini, a seguito dei blocchi alle attività economiche che inevitabilmente hanno ridotto i redditi. Tuttavia, secondo il ministro degli Esteri pentastellato, la situazione, pur essendo paragonabile a quella del 2008, lascia intravvedere ottimismo perchè "il metodo ora non è quello dell’austerity ma di un’economia espansiva".

Alla fine della scorsa settimana il Consiglio Europeo ha dato il via libera al nuovo bilancio della Ue, che prevede il Recovery Fund da 750 miliardi di euro da destinare ai Paesi colpiti dalla pandemia di coronavirus.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала