Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Proroghe per Natale e 1 gennaio, ma solo per piccoli Comuni: tempi troppo stretti

© REUTERS / Alexandros AvramidisBabbo Natale con la mascherina
Babbo Natale con la mascherina - Sputnik Italia
Seguici su
Babbo Natale arriverà tra mille difficoltà e divieti, ma almeno potrà sorvolare sui limiti comunali. Lo stesso non potranno fare i cittadini italiani, a meno che il Parlamento non faccia la "magia di Natale".

Dopo le numerose proteste per le limitazioni nei giorni del 25 e 26 dicembre e 1 gennaio, che di fatto impongono una sorta di semi-lockdown di Natale e di primo dell’anno, il Governo ora starebbe pensando ad un allentamento ma non per tutti.

La linea del rigore viene mantenuta, ma Conte da Bruxelles ammette che la norma crea “un problema oggettivo” alle persone.

In questi giorni sono spuntate fuori storie di località italiane di poche centinaia o migliaia di abitanti amministrativamente divise su due o addirittura tre Comuni. Piccole comunità in cui fratelli e sorelle, o figli e genitori abitano dall’altra parte della strada, ma in Comuni diversi. Dovendo applicare il dpcm alla lettera, queste persone potranno vivere il Natale insieme affacciandosi alla finestra, infatti uno dei consigli di queste ore è di vivere il pranzo di Natale mangiando in piedi e tenendo le finestre aperte.

Mercatino di Natale  - Sputnik Italia
Dpcm di Natale, nota del Viminale garantisce visita a parenti non autosufficienti

Ma il problema è anche di chi vive in città ed ha famiglia e parenti stretti in provincia, spesso a pochi chilometri dalla propria abitazione.

È “oggettivo” che l’obiettivo del dpcm di Natale fosse quello di impedire il più possibile agli italiani di vivere il Natale in famiglia o insieme a parenti e amici, allo scopo di evitare che dopo l’Epifania (circa due settimane dopo in Natale) riposto l’Albero di Natale e il presepe negli scatoli, ci si ritrovi con gli ospedali di nuovo pieni e a pochi giorni dall’avvio della campagna vaccinale.

Naturalmente gli effetti collaterali del dpcm di Natale si stanno già manifestando e avranno come conseguenza feste vissute in solitudine.

Decida il Parlamento

Ora il Governo, pressato da più parti, ha ceduto la patata bollente al Parlamento affidandogli il compito di modificare la norma trasformandola da decreto legge in legge prima di Natale.

Al Parlamento si offre la possibilità di modificare il decreto, ma potrebbero non esserci i tempi per calendarizzare la sua modifica nelle aule parlamentari.

Limiti provinciali e non comunali

Tra le proposte avanzate quella di applicare limiti provinciali, un po’ come aveva fatto la Regione Campania autonomamente nel mese di ottobre e cioè prima di essere classificata zona rossa dal dpcm di Natale.

Oppure un’altra proposta prevede di estendere il ricongiungimento familiare extra Comunale di alcuni chilometri, così da consentire alle famiglie di non vivere il pranzo di Natale guardandosi dalla finestra aperta per arieggiare.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала