Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Morto per Covid-19 regista coreano Kim Ki-duk: Leone d’oro a Venezia nel 2012

© Sputnik . Ekaterina Chesnokova / Vai alla galleria fotograficaKim Ki-duk
Kim Ki-duk - Sputnik Italia
Seguici su
Morto a Riga in Lettonia, il regista sudcoreano Kim Ki-duk. Aveva vinto il Leone d'oro a Venezia nel 2012. Un ribelle contemplativo, il suo cinema d'autore fa già parte della storia del cinema.

Kim Ki-duk, il regista contemplativo di “Primavera, estate, autunno, invero… e ancora primavera”, è morto a Riga in Lettonia a causa della Covid-19. La conferma è arrivata dalla sua interprete Daria Krutova e dal direttore dell’Art Doc Fest di Riga, Vitalijs Manskis.

Ki-duk se ne va all’età di 59 anni e ad un passo dal 60 esimo compleanno, lasciando al mondo una filmografia di rilievo che raccontava le sue passioni, le sue paure, il suo disagio.

Leone d’argento nel 2004 con “Ferro 3” e Leone d’oro nel 2012 con “Pietà”, alla Mostra del cinema di Venezia, si era fatto conoscere in tutto il mondo per la sua arte appresa in Europa dove si era trasferito da adulto per sfuggire alle restrizioni sociali della sua Corea del Sud.

Il regista come tutti i malati colpiti dal Sars-CoV-2 è morto in un letto di ospedale accudito solo da medici e infermieri.

“Chissà se ha potuto sorridere anche alla fine, circondato solo da medici e infermieri, in una stanzetta d'ospedale a Riga”, scrive l’Ansa ricordando il suo tributo al cinema d’autore.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала