Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il tampone alla Lamorgese era un falso positivo: test successivi tutti negativi

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 ITIl Ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese
Il Ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese - Sputnik Italia
Seguici su
Il Viminale ha fatto sapere con una nota che il ministro dell'Interno non è mai stato positivo al coronavirus.

Il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, non è mai stata positiva al coronavirus. Lo ha dichiarato nero su bianco il Viminale in una nota stampa, in cui parla di un errore di diagnosi. 

"Il test molecolare per SARS-CoV-2 eseguito lunedì scorso, relativo ad un normale controllo periodico, comunicato come positivo, si è rivelato errato", si legge nel comunicato.

Il Ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese - Sputnik Italia
Luciana Lamorgese positiva al coronavirus, tutti i ministri sottoposti al test
L'esito del tampone del 7 dicembre sarebbe un caso di falso positivo, confermato dai successivi test negativi. La Lamorgese ha ripetuto gli esami molecolari il 9 e il 10 dicembre ed entrambi hanno dato esito negativo, riferisce la nota. 

Il Viminale precisa che la diffusione in tempo reale sui media della notizia della "positività al test del Ministro non ha consentito, nell’immediatezza, di eseguire le necessarie ed opportune verifiche sulla attendibilità del risultato dell’esame". 

Infine si rende noto che il ministro riprenderà da domani la sua attività istituzionale. 

Il tampone positivo

Luciana Lamorgese si è sottoposta al test molecolare di routine lunedì mattina. L'esito positivo dell'esame diagnostico è giunto nel pomeriggio durante il CDM sul Recovery Fund, causando l'interruzione della seduta e l'isolamento dei ministri Luigi Di Maio e Alfonso Bonafede, seduti accanto alla titolare del Viminale. 

Da più parti sono arrivati gli auguri di una pronta guarigione, così come alcuni attacchi. Il predecessore della Lamorgese, Matteo Salvini, ha chiesto di chiarire le circostanze del contagio, se derivano da una violazione delle regole, ha riportato Adnkronos.

"Il ministro che controlla e multa gli italiani che non rispettano le regole, non può essere la prima a non rispettarle: in questo caso -osserva il leader del Carroccio- le dimissioni sarebbero dovute".

Dal canto suo la Lamorgese aveva dichiarato di essersi sempre attenuta scrupolosamente alle regole. 

"Io sono sempre stata attentissima, non capisco come sia possibile. Eppure è successo", aveva commentato subito dopo l'esito del tampone, al Corriere. 

L'ultimo atto normativo della titolare del Viminale è stato promulgato nel fine settimana, con una circolare ai Prefetti a seguito dell'introduzione del nuovo Dpcm valido per dicembre e le feste di Natale e Capodanno. Nel documento Luciana Lamorgese aveva assicurato che per garantire i controlli e il rispetto delle misure più rigide nel periodo natalizio nelle città saranno schierati 70mila agenti di polizia.

 

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала