Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Natale sicuro in era Covid: gli esperti raccomandano pranzo in piedi e finestre aperte

Tavola imbandita per il pranzo di Natale
Tavola imbandita per il pranzo di Natale - Sputnik Italia
Seguici su
Gli esperti ritengono che le riunioni di famiglia nelle festività natalizie possano essere un rischio per i soggetti più fragili. Ecco i consigli degli esperti per un Natale sicuro.

Il pranzo di Natale e le tombolate in famiglia di Santo Stefano preoccupano il governo, che nel Dpcm ha previsto alcune misure drastiche agli spostamenti per frenare i contagi.

In generale gli esperti consigliano di celebrare il Natale in intimità evitando di esporre al contagio soggetti fragili e anziani con riunioni familiari.

Dello stesso avviso è il professor Giovanni Di Perri, professore ordinario di Malattie infettive all’Università di Torino, che in un'intervista a La Stampa, ha dispensato alcuni consigli per ridurre al massimo i rischi. 

"Primo, non fate niente. Secondo, evitate il pranzo seduti a tavola. Terzo, se proprio ci tenete datevi delle regole", suggerisce, come ad esempio "limitare l’evento a persone che già convivono o si sono frequentate di recente, con un limite di posti a tavola, il numero più basso possibile, ed escludendo i parenti oltre 65: se gli vogliamo davvero bene questo è l’anno di lasciarli tranquilli".

Limitare i contatti nelle settimane precedenti

Tavola imbandita per il pranzo di Natale - Sputnik Italia
Spostamenti di Natale: frazione divisa tra tre comuni, i sindaci scrivono a Conte
Il virologo consiglia di limitare al massimo i contatti una settimana prima delle feste, evitando gli scambi di doni ed auguri.

E prima di sedersi a tavola, il professore suggerisce di sottoporsi a un tampone rapido facilmente reperibile in farmacia per evitare di contagiare i nonni. 

Le regole a tavola

Il virus si trasmette con il droplet, per cui è fondamentale mantenere distanze e mascherine anche a tavola. Il padrone di casa dovrà inoltre assicurarsi di tenere le finestre aperte per assicura il ricambio d'aria. 

"La gran parte dei contagi avviene tramite il respiro, – spiega Di Perri - per cui finestre e mascherine sono i punti fondamentali da osservare. Sarebbe importante per esempio togliere la mascherina solo per mangiare, in particolare gli ultra 65enni, e rimetterla nell’attesa tra le varie portate".

Un'altra cautela da tenere sarà quella di evitare di passare i piatti fra commensali, designando una sola persona che versi da bere a tutti. 

Per i posti, infine, il virologo suggerisce "meglio in piedi", ma se proprio ci si deve sedere, allora meglio scegliere un posto accanto a conviventi o a persone che si frequentano di più. 

Il Dpcm non vieta di ricevere ospiti in casa, né i pranzi nei ristoranti, che resteranno aperti nelle festività con dei limiti ai tavoli. 

Il premier tuttavia ha raccomandato di evitare di ricevere a casa persone non conviventi per evitare di mettere a rischio anziani e soggetti fragili e scongiurare una terza ondata.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала