Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cuba, addio alla doppia valuta da gennaio 2021

Seguici su
Il governo cubano ha annunciato la storica riforma, volta a rendere l'economia del Paese isolano più appetibile e leggibile per gli investitori stranieri.

Con una storica riforma approvata nelle scorse ore, Cuba porrà fine a partire dal 1 gennaio 2021 al suo peculiare sistema a doppia valuta in vigore da ormai 26 anni.

Ad annunciarlo è il presidente del Paese, Miguel Diaz-Canel, precisando che il provvedimento legislativo ha come scopo ultimo quello di trasformare l'economia cubana e renderla maggiormente efficiente e, soprattutto, appetibile per gli investitori stranieri.

Una misura che si è resa ancor più necessaria dal momento che l'isola negli scorsi mesi si è vista privare di valute turistiche a causa della pandemia di Covid-19, che di fatto ha messo in ginocchio uno dei settori economici maggiormente sviluppati del Paese.

La doppia valuta cubana

Sin dal 1994 il sistema della doppia moneta valuta prevede che gli abitanti dell'isola ricevano lo stipendio, paghino i prodotti e i servizi di base in pesos comuni (CUP), mentre per i prodotti importati e alcuni servizi, come quelli relativi al turismo ad esempio, vengono utilizzati i pesos convertibili (CUC).

Il sistema fu introdotto in seguito al crollo dell’Unione Sovietica, quando Cuba si trovò ad affrontare una grave crisi economica causata dalla scomparsa di governi che erano stati per tanti anni i principali, a volte unici, destinatari dei suoi prodotti.

Ad oggi ciascun peso convertibile equivale a 1 dollaro americano o a 25 pesos comuni. La nuova misura governativa governativo prevede che il valore del peso convertibile venga progressivamente unificato con il valore più basso del CUP.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала