Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Elezioni USA, Trump ringrazia i 17 stati unitisi alla 'lotta contro i brogli"

© REUTERS / CARLOS BARRIAIl presidente degli Stati Uniti Donald Trump parla dei prezzi dei farmaci da prescrizione durante un'apparizione nella Brady Press Briefing Room alla Casa Bianca di Washington, Stati Uniti, 20 novembre 2020
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump parla dei prezzi dei farmaci da prescrizione durante un'apparizione nella Brady Press Briefing Room alla Casa Bianca di Washington, Stati Uniti, 20 novembre 2020 - Sputnik Italia
Seguici su
Continua la battaglia legale di Donald Trump e del partito repubblicano per accertare eventuali brogli occorsi durante le elezioni presidenziali del 3 novembre scorso.

Nella tarda serata americana il presidente Donald Trump ha voluto esprimere il proprio ringraziamento per tutti quegli stati che nelle scorse ore hanno annunciato di volersi unire alla causa della lotta ai brogli che secondo i repubblicani sarebbero avvenuti in occasione delle elezioni dello scorso 3 novembre.

"Wow! Almeno 17 Stati si sono uniti al Texas nello straordinario caso contro la più grande frode elettorale nella storia degli Stati Uniti. Grazie!". sono state le parole del tycoon.

Nelle scorse ore il procuratore generale del Texas, Ken Paxton, ha annunciato di aver intentato causa contro quattro Stati, ovvero Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin, presso la Corte Suprema degli Stati Uniti in relazione ai presunti brogli commessi durante le elezioni.

Secondo Paxton, "le modifiche alle procedure elettorali in questi Stati, legate al Covid, hanno violato la legge federale" e pertanto ha chiesto alla Corte Suprema di bloccare i voti del collegio elettorale in questi quattro Stati, rinviando in tal modo la nomina ufficiale alla presidenza di Joe Biden, preivsta per il 14 dicembre.

Nella giornata di ieri la Corte Suprema americana aveva reso noto di aver respinto un ricorso dei Repubblicani contro la vittoria di Joe Biden nello stato della Pennsylvania.

Le elezioni presidenziali americane 

Dopo le elezioni del 3 novembre i principali media statunitensi si sono affrettati a dichiarare vincitore il democratico Joe Biden, anche se Trump ha affermato che la vittoria sarebbe stata sua se non fosse stato per le gravi violazioni durante il voto per corrispondenza e i "brogli" dei colleghi democratici di Biden.

Lo staff del presidente in carica ha intentato diverse cause legali in Stati-chiave  in cui ritiene che siano avvenuti brogli elettorali di massa. Il tycoon ha ripetutamente affermato che la sua vittoria alle elezioni presidenziali di novembre è stata rubata tramite una diffusa frode elettorale, e il presidente ha provato a ribaltare legalmente i risultati negli Stati chiave in bilico, vale a dire Arizona, Georgia, Michigan, Pennsylvania Nevada e Wisconsin.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала