Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Strage fra i camici bianchi: sono 237 i medici uccidi dal Covid-19

© Foto : FNOMCeOPresidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli.
Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli. - Sputnik Italia
Seguici su
Gli ordini nazionali hanno ricevuto la notizia di altri quattro decessi. Il presidente Anello commenta: "bisogna capire le ragioni della strage".

Si allunga a 237 la lista dei medici uccisi dal Covid-19 dall'inizio dell'epidemia in Italia. La pagina web della Federazione Nazionale Ordini dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri (FNOMCeO) li ricorda tutti con un nastro nero di lutto.

Sono da poco stati comunicati gli ultimi 4 nomi degli eroi in camice bianco che non ce l'hanno fatta nella loro personale battaglia contro il Covid-19.

Un medico esamina un volontario del vaccino COVID-19 - Sputnik Italia
Lutto fra i camici bianchi e verdi: il Covid-19 continua a uccidere medici, infermieri e farmacisti
Tre di loro erano medici di famiglia. Come il dottor Pippo Miceli, medico di Medicina Generale, morto ad Aosta dopo aver lottato per venti giorni contro il Covid-19.  A Vercelli muore il dottore Franco Barillà medico di base. A Pavia muore Giuseppe Minchiotti, 61 anni, medico di famiglia. 

I lutti dei medici non risparmiano il Sud. Ad Avellino è morto all'età di 69 anni il dottor Sergio Pascale, dirigente sindacale Cimop e già Consigliere dell'Ordine dei Medici. Nella vita professionale era primario del reparto di Rianimazione della Clinica Malzoni di Avellino. Dal 29 novembre era ricoverato in una struttura sanitaria di Salerno dopo che le sue condizioni sanitarie si erano aggravate.

I loro nomi verranno aggiunti al memoriale sulla pagina del FNOMCeO, dove vengono ricordati tutti i medici morti per Covid-19, molti contagiati durante il servizio, mentre salvavano vite umane.

Il presidente dell'Ordine lancia l'allarme e parla di una vera e propria strage. 

"Siamo tornati ai tempi di marzo - commenta il presidente Fnomceo Filippo Anelli - dobbiamo capire il perché di quella che è una vera e propria strage, specie nell'ambito della Medicina generale". "Solo comprendendo le cause di queste morti, che nella seconda ondata francamente non ci aspettavamo - aggiunge - potremo prevenire altri decessi e rendere onore ai colleghi scomparsi".

Il presidente dell'ordine fa sapere di aver chiesto al ministro della Salute, Roberto Speranza, un monitoraggio del territorio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала