Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Stop ai collegamenti Italia- Svizzera, Mit: "Garantire i servizi"

© Foto : Pixabay / Erich Westendarp Treno regionale Trenord
Treno regionale Trenord - Sputnik Italia
Seguici su
In seguito alla notizia dello stop al collegamento tra Italia e Svizzera deciso da Trenitalia e le Ferrovie federali Svizzere, il Mit ha fatto sapere che sarà necessario trovare una soluzione che garantisca i servizi essenziali.

"La questione dei collegamenti ferroviari con la Svizzera per il governo italiano va risolta" così commenta il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che si è subito attivato con le società interessate (Trenitalia e Trenord), che non avevano comunicato al Mit la decisione presa.

L'obiettivo, in raccordo con le autorità svizzere, è individuare una soluzione condivisa per garantire i servizi essenziali tra i due Paesi.

"L'obiettivo, in stretto raccordo con le autorità svizzere, è di individuare prontamente una soluzione condivisa per garantire almeno i servizi minimi essenziali tra i due Paesi. A tal fine è prevista domani mattina la telefonata tra la ministra Paola De Micheli e la sua omologa e presidente di turno della Confederazione elvetica Simonetta Sommaruga" ha fatto sapere il ministero.

Locatelli: A rischio 5mila frontalieri

Lo stop dei treni tra Svizzera e Italia coinvolge anche il traffico regionale tra Canton Ticino e Lombardia e quindi molti lavoratori transfrontalieri.

"Un servizio su un giornale del Ticinese ha agitato le acque: si accusavano i frontalieri di essere la causa del nuovo aumento di contagi in Ticino. E ora ci si mette anche il governo italiano che, facendo di tutta l'erba un fascio, rischia di appiedare 5000 frontalieri" accusa il referente dei frontalieri del Verbano Cusio Ossola, Antonio Locatelli.

In precedenza, nella giornata di oggi, Ferrovie federali Svizzere (Ffs) e Trenitalia hanno comunicato l'interruzione del collegamento ferroviario tra Svizzera e Italia a partire dal 10 dicembre. La decisione, legata al Dpcm, riguarda sia il traffico a lunga percorrenza sia quello regionale.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала