Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media statunitense svela il possibile ruolo del nuovo drone russo per il caccia Su-57

Seguici su
Le aziende russe stanno lavorando su diversi potenziali sistemi di droni di varie classi, massa e funzionalità (inclusi velivoli d'attacco e ricognizione) ed hanno testato in volo due aerei senza pilota: il drone da ricognizione Altius-U da 6 tonnellate e il furtivo Okhotnik da 20 tonnellate.

Il collaboratore del sito The Warzone Thomas Newdick pensa di aver capito il ruolo principale del nuovo drone d'attacco pesante Okhotnik, dicendo che il velivolo, gregario del caccia di quinta generazione Sukhoi Su-57, servirà probabilmente come "vettore di armi", fornendo al jet potenziato capacità di difesa.

"Il ministero della Difesa russo ha precedentemente affermato che l'Okhotnik 'amplierà la copertura radar e fornirà l'individuazione di bersagli per l'utilizzo di armi lanciate dall'aria'. Se vero, ciò suggerisce che il drone potrebbe essere utilizzato per puntare armi a lungo raggio contro bersagli aerei e terrestri per conto del Su-57, agendo da "fedele gregario" per il jet. Ciò implicherebbe anche che sarebbe dotato di sensori che gli consentono di rilevare, tracciare e ingaggiare bersagli aerei", ipotizza Newdick.

"Tenendo conto di questo, potrebbe anche essere possibile per il drone attaccare bersagli aerei con le proprie armi, anche se il grado di autonomia che avrebbe non è chiaro. Tuttavia, la capacità emergente dell'Okhotnik di trasportare i missili lo presterebbe a un futuro ruolo di 'vettore di armi' per il caccia Su-57, aumentando l'arsenale disponibile del jet e mantenendo potenzialmente l'aereo con equipaggio più lontano da velivoli ostili ed altre minacce", aggiunge l'analista.

L'Okhotnik ha eseguito il suo primo volo nell'agosto 2019; noto anche come Sukhoi S-70, è stato progettato dal Sukhoi Design Bureau, produttore dell'Su-57. Si dice che il drone sia realizzato con materiali compositi avanzati e rivestimenti per renderlo "praticamente invisibile ai radar" e per essere dotato di una varietà di apparecchiature per ricognizioni optoelettroniche e radio.

Si dice che il drone pesi oltre 20 tonnellate, abbia un'apertura alare di 19 metri e utilizzi gli stessi motori della serie AL-31 trovati a bordo dei caccia Su-27. Si dice anche che il drone abbia un'autonomia di volo fino a 3.500 chilometri e la capacità di volare fino a 920 km/h, anche se non è chiaro come il suo carico di armi influenzerà queste caratteristiche.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала