Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Governo intima all'Abruzzo di ritirare ordinanza su zona arancione

CC BY-SA 3.0 / Paoloquadrozzi / Marco MarsilioMarco Marsilio
Marco Marsilio - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministro della Salute Roberto Speranza e il titolare del dicastero per gli Affari Regionali e le Autonomie Francesco Boccia hanno scritto al governatore di centrodestra dell'Abruzzo Marco Marsilio, ricordando che il passaggio alla zona arancione è possibile solo da mercoledì.

In precedenza il governatore dell'Abruzzo Marco Marsilio aveva firmato un'ordinanza, in cui sanciva il passaggio a zona arancione a partire dalla giornata di oggi, così come la riapertura dei negozi di abbigliamento, calzature e articoli di gioielleria che avevano dovuto chiudere con l'introduzione della zona rossa.

Questa mossa non è piaciuta al governo, comunque orientato a promuovere l'unica regione in zona rossa rimasta in Italia a partire dalla giornata di mercoledì. I ministri Roberto Speranza e Francesco Boccia hanno scritto una lettera congiunta al governatore dell'Abruzzo, invitandolo a ritirare l'ordinanza, in caso contrario il Governo avrebbe intrapreso un'azione legale contro le autorità abruzzesi.

"La invitiamo e diffidiamo a revocare ad horas l’ordinanza regionale n. 106 del 6 dicembre 2020, ricordandoLe le gravi responsabilità che potrebbero derivare dall’applicazione delle misure da Lei introdotte riguardo alla salute dei cittadini abruzzesi. Ci riserviamo, in mancanza, di intraprendere ogni iniziativa, anche giudiziaria, per garantire l’uniforme applicazione delle misure volte alla gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e salvaguardare, in particolare, il bene primario della salute delle persone", il testo della lettera dei ministri Speranza e Boccia al governatore Marsilio.

A sua volta il presidente dell'Abruzzo ha ribadito questa mattina in un intervento su Radio Rai 1 di non voler fare nessuna marcia indietro, spiegando le ragioni dell'ordinanza e di non voler lo scontro istituzionale con Roma.

"Non cerco lo scontro istituzionale. Ho sempre collaborato e collaboro con il governo. Credo ci sia un’interpretazione sbagliata sulle tempistiche perché non tiene conto dei dati reali e dell’esigenza di fare sintesi tra la salute e le ragioni economiche".

Oggi pomeriggio è attesa comunque una conferenza stampa con il governatore abruzzese Marco Marsilio.

Secondo l'ultimo bollettino del ministero della Salute, nel Paese sono stati registrati 18.887 nuovi contagi. In Abruzzo ne sono stati rilevati 294, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 71, i ricoverati sono 667 e 16.350 si trovano in autoisolamento domiciliare con decorso della malattia in forma leggera.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала