Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Calderoli porta i dpcm di Conte in Corte costituzionale: sono anticostituzionali

© Sputnik . Evgeny UtkinRoberto Calderoli
Roberto Calderoli - Sputnik Italia
Seguici su
Il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli porterà alla Corte costituzionale il ricorso del Governo ai dpcm. Secondo la sua visione non sono costituzionali.

Secondo Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e leghista della prima ora, i Decreti del presidente del Consiglio dei ministri (dpcm) non sarebbero costituzionali, perché “le libertà costituzionali possono essere compresse solo con una norma di rango costituzionale”, dice intervistato dal quotidiano La Verità.

Quindi annuncia che “faremo ricorso alla Consulta”, per capire se il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in questi mesi di pandemia avrebbe potuto o meno limitare le libertà personali previste dalla Costituzione italiana con dei dpcm.

Altra battaglia condotta da Calderoli e i suoi sono i verbali del Comitato tecnico scientifico (Cts). Il senatore si domanda perché non tutti vengono resi disponibili dopo 45 giorni.

La definisce una “battaglia a favore della trasparenza” per capire sulla base di quali dati gli esperti del Cts prendono decisioni poi passate al decisore politico che prende decisioni sulle restrizioni da applicare mediante i dpcm e le ordinanze ministeriali di Roberto Speranza.

“Se non rispondono le garantisco che anche su questo li porto in Corte costituzionale”, aggiunge ancora Calderoli.

Quello che Calderoli si domanda su questi atti del Cts, è perché tanta reticenza nel renderli pubblici. Cosa “c’è, il segreto di Stato?” si domanda.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала