Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Natale blindato e di "sacrifici": 70mila poliziotti in strada per controlli

Seguici su
Natale, Santo Stefano e Capodanno a casa e strade pattugliate da 70mila agenti per il controllo del territorio e il rispetto delle rigide regole anti-Covid varate nell'ultimo dpcm, emerge da una circolare della ministra dell'Interno Lucia Lamorgese.

Feste natalizie blindate per l'emergenza Covid. Secondo una circolare inviata ai Prefetti dal Viminale, saranno intensi e rigorosi i controlli sulle principali arterie di traffico, nelle stazioni ferroviarie così come in aeroporti e alle frontiere tra il 21 dicembre e 6 gennaio.

"Attenzione andrà rivolta ai controlli da effettuarsi sulle principali arterie di traffico e sui vari nodi delle reti di trasporto, in considerazione, soprattutto, degli spostamenti conseguenti alle particolari restrizioni previste dal comma 4 dell'art.1 del Dpcm", si afferma in un passaggio della circolare. 

L'unico modo per spostarsi è mediante l'autocertificazione. In particolare, in base alle pagina sulle FAQ pubblicata sul sito del governo, vengono autorizzati spostamenti in caso vi sia la necessità di raggiungere amici o parenti non autosufficienti e disabili per fornire assistenza.

Relativamente alle scuole, nella circolare si chiarisce che le Regioni avranno il potere di chiuderle e disporre la didattica a distanza in caso di criticità nei trasporti.

Intervenendo ieri a Sky Tg24 Live in Courmayeur, la titolare del Viminale ha riferito il numero di agenti che saranno in strada durante le festività per controllare il rispetto delle norme del Dpcm, così come evitare assembramenti nelle vie dello shopping.

"Ci saranno forze polizia in numero elevato, circa 70mila unità, che saranno addette a questo tipo di controllo. Lo faranno con senso di equilibrio perché dal momento in cui teniamo aperto i negozi lo facciamo per salvaguardare un certo tipo di economia. Ma serve anche che i titolari pongano in essere le precauzioni per non fare entrare più persone nello stesso momento", ha dichiarato la Lamorgese, ricordando che "l'esperienza di quest'estate non è stata un'esperienza positiva. Dobbiamo evitare una terza ondata".

La ministra dell'Interno ha poi ribadito che quello di quest'anno sarà un Natale senza i tuoi.

"Sarà un Natale di sacrifici, dovremo continuare con delle limitazioni alla nostra mobilità anche tra Comuni oltre che tra regioni. Proprio nel periodo natalizio dovremo allontanarci dalle nostre tradizioni, del Natale tutti insieme. Un sacrificio necessario che ci consentirà poi di affrontare l'anno nuovo in maggiore sicurezza".

In Italia, secondo gli ultimi dati di ieri, ci sono stati 21.052 nuovi contagi e 662 vittime per il coronavirus.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала