Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

I due salvagenti di Boeing per ridurre il suo debito crescente

© AP Photo / Nick UtFile-In this Wednesday, May 21,2008 file photo, the company logo for The Boeing Co., is displayed in El Segundo, Calif. Boeing Co. say it's cutting 1,100 jobs from its U.S. plants, most of them in Southern California, as it scales back production of its C-17 cargo planes.
File-In this Wednesday, May 21,2008 file photo, the company logo for The Boeing Co., is displayed in El Segundo, Calif. Boeing Co. say it's cutting 1,100 jobs from its U.S. plants, most of them in Southern California, as it scales back production of its C-17 cargo planes. - Sputnik Italia
Seguici su
Il produttore di aeromobili americano Boeing sta studiando la possibilità di vendere parte del suo capitale, oltre a utilizzare altri modi che contribuiranno ad alleviare il suo pesante fardello debitorio nel bel mezzo della peggiore crisi nella storia dell'aviazione.

Il debito di Boeing quest’anno è salito a 61 miliardi. Come risultato della chiusura globale delle frontiere, Boeing prevede di limitare la produzione mensile del suo aereo di punta 787 Dreamliner a cinque esemplari. Cioè, ne produrrà uno in meno rispetto al numero precedentemente pianificato.

All'inizio del 2020, la società statunitense aveva contratto un debito di oltre 30 miliardi di dollari per rafforzare la liquidità, mentre la pandemia continuava ad espandersi in tutto il mondo distruggendo la domanda di viaggi e di nuovi aerei.

Nel mese di novembre, il gigante dell’aria non ha consegnato nessuno dei velivoli wide-body e le forniture nel mese di dicembre richiederanno più tempo per la consegna, perché la società ispeziona ogni aereo per eventuali difetti di progettazione, ha riferito il CFO Greg Smith. Con queste verifiche scrupolose Boeing cerca di prevenire situazioni come quelle che si sono verificate in precedenza con altri suoi modelli.

La minore produzione del Dreamliner e la necessità di vendere il suo aereo dimostrano che l'azienda si sente pressata dalla crisi sanitaria, mentre il suo aereo più popolare, il 737 Max, è pronto a riprendere i voli non solo negli Stati Uniti, ma in altri paesi dopo uno stop di 20 mesi.

Il gigante è pronto a riprendere le sue forniture

Oggi, la società con sede a Chicago ha riserve sufficienti per sopravvivere mesi di crisi sanitaria fino a quando i vaccini coronavirus saranno ampiamente distribuiti in tutto il mondo, ha detto Smith.

Inoltre, Boeing si sta preparando per quando la pandemia finirà, quando si prevede una domanda in crescita, infatti l'Amministratore Delegato di Ryanair Michael O'Leary ha spiegato che la sua compagnia aerea ha effettuato un ordine di 75 aerei 737 Max.

In effetti, il produttore di aeromobili Statunitense è già pronto a consegnare circa 450 aerei di questo modello che ha fabbricato per i suoi clienti, ma non li ha consegnati a causa del divieto di volo in tutto il mondo. Dal primo incidente con il 737 Max, avvenuto nell'ottobre 2018, il valore dell'inventario dell'azienda è aumentato del 40% fino a raggiungere 87.000 milioni di dollari.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала