Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Conte: ‘Non cadrò sul Mes’, il mio Governo guiderà la ricostruzione

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Filippo AttiliIl Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa sul DL Semplificazioni
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa sul DL Semplificazioni - Sputnik Italia
Seguici su
Giuseppe Conte è convinto che il suo Governo traghetterà l'Italia oltre la pandemia e sarà quello che spenderà i primi soldi provenienti dal programma europeo Next Generation EU (NGEU).

Giuseppe Conte è sicuro, lui e il suo Governo non cadranno “per mano” del Mes, non sarà l’approvazione delle modifiche al Meccanismo europeo di stabilità del prossimo 9 dicembre ad incrinare la maggioranza del Conte bis.

Così come si dice certo che a spendere i soldi del Recovery Fund, o almeno i primi che arriveranno fino al 2023, sarà il suo Governo e non un altro.

Il Mes per Conte non è un problema in questa fase, perché quanto avverrà in Parlamento non è un voto per l’attivazione ma un voto sull’approvazione delle modifiche al regolamento del Mes.

“Abbiamo offerto un contributo importante alla sua riforma, evitando che venissero inseriti meccanismi automatici di ristrutturazione del debito, e pretendendo l'introduzione di misure di sostegno al sistema bancario e di migliore articolazione delle azioni collettive”, ha detto Conte intervistato da La Repubblica.

Un futuro diverso per il Mes

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, incontra la Cancelliera federale della Germania, Angela Merkel - Sputnik Italia
Mes e banche, per la stampa tedesca l'Italia è una “polveriera che può far esplodere l’eurozona”
Conte è consapevole che il Mes non “goda di grande appeal”, ed è per questo che durante la Conferenza sul futuro dell’Ue, proporrà “di riconsiderare in modo più radicale la sua struttura e la sua funzione. L'Italia potrà essere protagonista di una proposta innovatrice che porti a superare la sua natura di mero accordo intergovernativo, in modo da integrarlo più compiutamente nell'intera architettura europea, con estensione a tutti gli Stati Membri, revisione delle sue funzioni, e raccordo più efficace con le Istituzioni europee, che offrono maggiore garanzia di trasparenza e democraticità”, spiega Conte.

M5S, Grillo e il Mes

A proposito delle parole di Beppe Grillo, secondo il quale non è necessario prendere i soldi del Mes perché ci sono quelli della CEI, Conte risponde:

“Con questo governo l'Italia sta dimostrando di poter essere protagonista in Europa e questa consapevolezza non può non favorire la coesione tra le forze politiche di maggioranza e al loro interno”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала