Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Spagna, indagine su ex militari nostalgici di Franco che organizzavano un colpo di stato in chat

CC0 / Pixabay / WhatsApp
WhatsApp - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministro della Difesa spagnolo Margarita Robles ha chiesto al pubblico ministero di indagare sulle informazioni pubblicate dal portale Infolibre secondo cui un gruppo di militari in pensione ha discusso di un colpo di stato.

Un golpe contro il governo socialista di sinistra, Podemos e anche la "fucilazione di 26 milioni" di persone discusse in una chat WhatsApp.

Lo scorso martedì il giornale online Infolibre ha riferito l'esistenza di un gruppo WhatsApp di militari in pensione, diplomati dell'Academia General del Aire.

Nellee conversazioni della loro chat venivano espresse dure critiche al governo di coalizione di sinistra.

Uno dei membri della chat afferma che "non c'è altra scelta che iniziare a fucilare 26 milioni di figli di puttana", intendendo gli elettori che hanno votato per i partiti di sinistra alle ultime elezioni.

In altri messaggi si legge che "preferirebbero la Repubblica" in modo che ci fossero "più opportunità di ripetere le manovre del 1936", riferendosi al colpo di stato militare di Francisco Franco contro il governo repubblicano, dichiarando che Franco "portò pace e prosperità alla Spagna", e che vorrebbero vedere i leader dei partiti di sinistra "morire tutti quanti".

Nella chat è stata pubblicata anche la registrazione di un saluto del leader del partito di estrema destra VOX, Santiago Abascal, ma il partito stesso ha affermato di non avere nulla a che fare con questa chat.

Il ministro della Difesa Robles ha fatto una domanda all'ufficio del pubblico ministero dell'Alta Corte di Giustizia di Madrid di stabilire se le azioni di queste persone costituissero un reato.

"L'ufficio del pubblico ministero dovrebbe indagare su una possibile componente criminale al fine di proteggere lo stato di diritto", ha affermato il ministro in una nota. Ciò deve essere fatto, a suo avviso, "per proteggere l'onore e il rispetto pubblico delle forze armate, degli uomini e delle donne che fanno parte di esse", poiché "non hanno nulla a che fare con manifestazioni contrarie al dovuto rispetto in una società democratica e pluralista basata su libertà politica e ideologica".

Robles ha dichiarato ai giornalisti che le espressioni usate nella chat sono "assolutamente inaccettabili da qualsiasi punto di vista, soprattutto da un punto di vista democratico", e che i partecipanti alla chat "rappresentano solo se stessi" e "in nessun caso le forze armate".

Le parole sulla "fucilazione di 26 milioni" sono attribuite al maggiore generale in pensione Francisco Beca Casanova, la cui firma è la prima in una recente lettera collettiva di laureati dell'accademia al re Felipe VI di Spagna, in cui criticano la riforma del sistema giudiziario, sostenendo che essa viola il principio della divisione dei poteri e "fondamentalmente distruggerà la democrazia".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала