Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Leonardo presenta davinci-1, il nuovo supercomputer tra i primi 100 al mondo

© Foto : LeonardoSupercomputer davinci-1 di Leonardo
Supercomputer davinci-1 di Leonardo - Sputnik Italia
Seguici su
Davinci-1 sarà dotato di una potenza di calcolo a dir poco portentosa e pari a circa 20 pentaflops, pari a circa 5 milioni di miliardi di calcoli in virgola mobile al secondo.

Leonardo, azienda italiana leader nel settore della Difesa e dell'aerospazio, ha presentato nelle scorse ore Leonardo, il nuovo supercomputer installato nella Torre Fiumara di Genova, e che è destinato a diventare un simbolo di innovazione e sviluppo tecnologico per l'Italia e per l'Europa.

Battezzato davinci-1, in omaggio tanto ad una delle più grandi figure del rinascimento italiano e all'azienda, il supercomputer è stato subito inserito tra i primi 100 al mondo, aggiudicandosi addirittura il podio tra quelli del settore Aerospazio e Difesa.

Tale portento della tecnologia è stato realizzato in partnership con Atos e sfrutta appieno acceleratori di ultima generazione NVidia A100; oltre a ciò, potrà contare su una batteria di oltre 100 unità di supercalcolo, pari ad oltre 5PFlops, equivalenti a 5 milioni di miliardi di operazioni in virgola mobile al secondo, ed un sistema di archiviazione DDN che permette di memorizzare circa 20Pbyte (20 milioni di Gigabyte).

Leonardo, nel suo comunicato ufficiale, ha dichiarato che "il supercomputer rappresenta un gioiello nel panorama italiano dell’HPC, un acceleratore di conoscenza in grado di potenziare il processo di digitalizzazione industriale con ricadute dirette per lo sviluppo competitivo, non solo dell’azienda ma del Paese".

Il Corporate Research Program

In questo senso, l'azienda ha altresì annunciato la realizzazione del progetto Corporate Research Program, il quale prenderà le mosse dai vari Leonardo Labs, tra cui anche quello di Genova, e che è destinato a trasformarsi in un "polo di attrazione per giovani ricercatori di provenienza internazionale".

Inizialmente, dopo la valutazione di circa 1000 candidati, ne verranno selezionati 68 che saranno chiamati ad essere inseriti nei Labs per sviluppare il proprio talento e le proprie capacità professionali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала