Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La febbre dell'oro in Turchia sta diventando fonte di gravi problemi economici interni

CC0 / pixabay / Una lira en la bandera de Turquía
Una lira en la bandera de Turquía - Sputnik Italia
Seguici su
La crisi della lira turca, che si è deprezzata sensibilmente nell'ultimo anno, ha spinto i cittadini di questo Paese a comprare oro a ritmi record. Ora l'alta domanda per questo bene rifugio arriva a minacciare ancora di più la valuta nazionale, ecco perchè.

Due settimane dopo che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha rimosso i funzionari accusati di non aver stabilizzato la lira, piccoli investitori e le società turche hanno aumentato il valore delle loro riserve auree di 2,2 miliardi di dollari, fino a 36,4 miliardi $.

L'aumento delle riserve auree, triplicato rispetto al 2019, rappresenta una grande sfida per il presidente e la sua nuova squadra, che cerca di fare tutto il possibile per migliorare la situazione economica del Paese.

In particolare questa tendenza minaccia un ulteriore deprezzamento della lira, ha avvertito l'analista indipendente di Istanbul Evren Kirikoglu in conversazione con l'agenzia Bloomberg. Secondo l'esperto, una maggiore domanda di oro porta a una maggiore domanda di valute estere utilizzate per acquistarlo.

"È uno degli ostacoli all'apprezzamento della lira", ha spiegato.

Gli investitori turchi accumulano riserve auree per comprare valuta estera. I depositi nelle monete rifugio sono incrementati quest'anno di 34,5 miliardi $ di valore per raggiungere la cifra record di 228,2 miliardi di dollari. Inoltre l'ammontare dei risparmi in valuta estera è aumentato di 3,94 miliardi $ nelle due settimane precedenti al 20 novembre.

Nel 2020 la lira turca ha perso il 25% del suo valore ed è diventata la seconda valuta nazionale a mostrare la peggiore performance nei mercati emergenti, solo dietro al peso argentino.

Un altro aspetto negativo di questa forte domanda per l'oro è l'aumento delle importazioni, in crescita dal 2017. Ora gli acquisti di oro all'estero fanno crescere il deficit commerciale della Turchia. Di conseguenza, ogni nuova acquisizione di questo metallo da un altro Paese diventa un ostacolo alla correzione degli squilibri della bilancia commerciale.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала