Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Trump ha detto che lascerà la Casa Bianca se il collegio elettorale voterà per Biden

© REUTERS / CARLOS BARRIAIl presidente degli Stati Uniti Donald Trump parla dei prezzi dei farmaci da prescrizione durante un'apparizione nella Brady Press Briefing Room alla Casa Bianca di Washington, Stati Uniti, 20 novembre 2020
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump parla dei prezzi dei farmaci da prescrizione durante un'apparizione nella Brady Press Briefing Room alla Casa Bianca di Washington, Stati Uniti, 20 novembre 2020 - Sputnik Italia
Seguici su
Il Presidente Donald Trump ha dichiarato giovedì che lascerà la Casa Bianca se il Collegio elettorale certificherà il democratico Joe Biden come vincitore delle elezioni presidenziali del 2020. Aggiunto, però, che se il Collegio elettorale votasse si esprimesse in tal senso, sarebbe un "errore".

L'attuale presidente degli Stati Uniti ha finora rifiutato di accettare il risultato di quella che ha definito una "frode elettorale", giurando di continuare la sua battaglia legale per garantire che tutte le schede elettorali nelle elezioni del 3 novembre fossero legittime.

Quando gli è stato chiesto se lascerà la residenza presidenziale il giorno dell'inaugurazione, il 20 gennaio 2021, se Biden sarà certificato come vincitore, Trump ha detto ai giornalisti: "Certo che lo farò. E voi lo sapete", osservando, tuttavia, che "sarà una cosa molto difficile da concedere".

Il presidente ha anche criticato il sistema elettorale statunitense, dicendo che assomiglia a quello di un paese in via di sviluppo. "Siamo come un paese del Terzo Mondo", ha detto.

Trump è ora pronto a recarsi in Georgia, presumibilmente sabato, per fare una campagna per i candidati repubblicani al Senato degli Stati Uniti. Lo Stato terrà le elezioni per il ballottaggio al Senato il 5 gennaio 2020. Il ballottaggio in Georgia sarà cruciale per decidere quale partito avrà la maggioranza al Senato degli Stati Uniti.

Trump sottolinea che le elezioni sono "truccate", mentre il trasferimento di potere è in corso

Ad oggi, i principali media proiettano Biden come presidente eletto. Tuttavia, il presidente Trump ha contestato queste proiezioni, dicendo che le elezioni sono state "truccate" dai democratici per favorire il loro candidato. La sua campagna ha avviato numerose azioni legali negli Stati in cui si suppone che possano aver avuto luogo irregolarità o frodi elettorali di massa.

"Queste sono state elezioni che abbiamo vinto facilmente, le abbiamo vinte abbondantemente", ha detto Trump. "Il mondo intero ci guarda, il mondo intero guarda gli Stati Uniti d'America e non possiamo fare finta di niente”.

In una telefonata alle udienze pubbliche in Pennsylvania, Trump ha affermato di avere tutte le prove necessarie per rivendicare la vittoria elettorale e ha solo bisogno di un giudice neutrale per ascoltare adeguatamente i suoi argomenti. Un tribunale statale della Pennsylvania ha stabilito lo stesso giorno che "ulteriori azioni" sulla certificazione dei risultati delle elezioni del 2020 devono essere sospese. Tuttavia, i politici sostengono che l'azione sia inefficace, poiché i funzionari della Pennsylvania hanno già certificato Biden come vincitore.

Oltre a Pennsylvania, anche Michigan, Nevada e Georgia hanno finora certificato i loro risultati elettorali a favore di Biden. La certificazione in altri stati deve ancora essere annunciata.

Pur promettendo di continuare a lottare per risultati legittimi, l'amministrazione Trump ha dato il via libera al processo di trasferimento del potere a Joe Biden, dopo che la General Services Administration (GSA) ha notificato all'ex vicepresidente che la transizione politica potrebbe ufficialmente iniziare. Biden ha affermato che il raggio d'azione dell'amministrazione Trump sul processo di transizione è stato "sincero" dopo che la Casa Bianca gli ha dato accesso ai briefing quotidiani dell'intelligence del presidente degli Stati Uniti.

Nel frattempo, Biden ha già annunciato le sue scelte per i posti chiave nella presunta amministrazione, la maggior parte dei quali sono ex funzionari dell'era Obama con cui Biden aveva lavorato fianco a fianco durante il suo mandato come vice presidente degli Stati Uniti. Ha anche delineato la sua attenzione politica durante i suoi primi giorni in carica, che riguarderebbe principalmente la risposta al COVID-19 e gli interessi di sicurezza nazionale.

Sebbene il vincitore ufficiale delle elezioni non sia stato ancora certificato, i media e gli esperti hanno ipotizzato che, in caso di sconfitta, Trump è molto probabile che si candidi nuovamente alla carica nel 2024. Un sondaggio condotto dalla rivista Politico ha rivelato che Trump vincerebbe la corsa a candidato dei repubblicani se annunciasse la sua candidatura per la rielezione tra quattro anni.

Il collegio elettorale si riunirà il 14 dicembre per votare il prossimo presidente degli Stati Uniti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала