Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il ministero della Salute danese sta sviluppando un "passaporto vaccini" COVID-19

© Fotolia / СmfotoworksBandiere della Danimarca
Bandiere della Danimarca - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministero della Salute danese ha confermato che sta lavorando a un "passaporto vaccinale" Covid-19, che verrebbe utilizzato come prova di una vaccinazione valida contro il virus. Il "passaporto del vaccino" mostrerà se il soggetto ha ricevuto l'iniezione, hanno riferito i media del Paese scandinavo.

Sebbene non sia ancora noto quale tipo di privilegi saranno associati ai futuri possessori di tali passaporti, questo passo è stato accolto con favore sia dagli industriali che dai politici, ha riferito il quotidiano Jyllands-Posten, pur essendoci alcune voci contrarie.

Finora non è noto se il possesso di questo tipo di certificazione determinerà dei privilegi in determinati casi, tuttavia, la Confederazione degli industriali danese ha salutato con favore la decisione e ha affermato che consentirebbe all'economia di aprirsi più rapidamente se la prova della vaccinazione potesse essere utilizzata per accedere a eventi come concerti o determinati tipi di attività.

"Le possibilità sono infinite. Stiamo pensando a come potremmo evitare che la nostra società si chiuda sempre di più. Un passaporto come questo potrebbe essere utilizzato per tutti i tipi di attività, inclusi concerti, feste private e l'accesso ad aziende in cui è necessaria la garanzia che il Covid-19 non troverà la sua strada per infiltrarsi, causando la sospensione delle attività", ha detto Michael Svane al Jyllands-Posten il giornale della Confederazione dell'industria danese.

Il “passaporto del vaccino” è stato appoggiato dai partiti di opposizione che rappresentano il ‘blocco blu’ di centrodestra, come il partito liberale-conservatore Venstre e i conservatori.

Produzione del vaccino russo contro il coronavirus - Sputnik Italia
Faraone su vaccino: "Non possiamo prestare il fianco ai no-vax o a chi insegue le ambulanze"

Tuttavia, circa un danese su cinque rimane scettico riguardo alla vaccinazione, ha rilevato un recente sondaggio dell'Università di Aarhus. Un passaporto Covid-19 potrebbe incoraggiare il pubblico a cercare la vaccinazione una volta disponibile, ha fatto notare un portavoce dell'Associazione danese dei medici generici.

"Questa non è coercizione vera e propria ma rappresenta comunque una forma di forzatura, pressione o limitazione, se dici alla gente che perderanno privilegi nella società come individui se non rispetteranno determinati principi di vaccinazione", Anders Beich, capo dell'associazione, ha detto a Jyllands-Posten, ammettendo tuttavia che, da un punto di vista medico, è auspicabile un alto livello di conformità alla vaccinazione, poiché la sua efficacia dipende da quanti hanno effettuato l'iniezione.

"Non possiamo costringere le persone a sottoporsi a un trattamento anche se probabilmente andrà a beneficio loro e della società. Normalmente, non avremmo la capacità di costringere qualcuno ad andare in ospedale o di fargli smettere di fumare. In questo caso, stiamo parlando di una malattia infettiva, ma la nostra opinione è che debbano essere presenti buoni argomenti prima che la forza venga introdotta per quanto riguarda la possibilità di vaccinare le persone", ha sottolineato.

All'inizio di questa settimana, la compagnia di bandiera australiana Qantas Airways ha dichiarato che intenderà richiedere ai passeggeri di esibire una prova della vaccinazione contro il Covid-19 prima dell'imbarco.

Dall'inizio dell'epidemia, la Danimarca ha avuto 74.722 casi di Covid-19 e 802 decessi correlati.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала