Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Trenord con Alstom porta treni a idrogeno in Lombardia: 300 mln di investimenti

Seguici su
I treni del futuro sulle tratte regionali andranno ad idrogeno e non richiederanno neanche la linea elettrificata aerea. La produzione dell'idrogeno avverrà in loco con un impatto zero sull'ambiente.

Dal treno diesel si passa direttamente ai treni a idrogeno superando con un salto i treni ibridi elettrici diesel. Grazie all’innovativo treno Alstom Coradia iLint, 140 km/h di velocità, la Val Camonica nei prossimi anni sarà dotata di treni a idrogeno che sostituiranno la flotta di 14 treni diesel attuale.

300 milioni di euro circa di investimenti per un progetto che partirà dal 2021 e che prevede l’arrivo dei primi treni già dal 2021.

Alstom dal 2018 sperimenta un treno con tecnologia che sfrutta l’idrogeno come combustibile. Il treno ha compiuto 250 mila chilometri di test e da settembre è in sperimentazione a Vienna e lo sarà sino a fine novembre su tratte impegnative.

Il sistema previsto sulla linea ferroviaria Brescia – Iseo – Edolo, gestita da Trenord, prevede la produzione dell’idrogeno direttamente in loco per ridurre a zero anche l’impatto ambientale derivante dal trasporto su ruota dell’idrogeno.

I treni che entreranno in funzione, quindi, si approvvigioneranno dell’idrogeno fornito direttamente da una stazione di produzione che verrà costruita dal prossimo anno su terreni attigui alla linea ferroviaria di Iseo.

L’impianto, assolutamente a impatto zero sull’ambiente circostante, dovrà produrre inizialmente 800 chilogrammi di idrogeno al giorno per consentire ai primi treni di svolgere tutto il servizio giornaliero. Ma l’impianto dovrà arrivare a 2 mila kg al giorno quando sarà disponibile l’intera flotta di treni all’idrogeno.

Come verrà prodotto l’idrogeno

Per la produzione dell’idrogeno servirà l’energia elettrica. Anche in questo caso è allo studio con alcuni partner locali la possibilità di approvvigionarsi di corrente elettrica prodotta dalle centrali idroelettriche della zona.

In questo modo, l’intero processo, oltre a configurarsi come a chilometro zero, produrrebbe idrogeno al 100% a impatto zero sull’ambiente.

Alstom e Snam per i treni all’idrogeno

Astom ha siglato un accordo con Snam per la produzione dei treni all’idrogeno lo scorso mese di giugno.

Snam si occupa del trasporto di gas naturale sull’intero territorio nazionale, ma è anche stata la prima impresa al mondo a sperimentare l’iniezione di idrogeno al 10% nella rete di trasporto del gas naturale.

L’obiettivo è di creare una rete che possa trasportare l’idrogeno su tutto il territorio nazionale e servire il rifornimento dei treni. Snam pochi giorni fa ha annunciato di aver rinnovato il suo piano industriale e di aver previsto maggiori investimenti per lo sviluppo di gas verdi come l’idrogeno.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала