Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Grande (Commissione Esteri): "L'Italia nel G20 si impegnerà per l'accesso universale ai vaccini”

© Foto : Filippo Attili / CC-BY-NC-SA 3.0 IT Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, partecipa alla sessione dei lavori della prima giornata. G20
 Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, partecipa alla sessione dei lavori della prima giornata. G20 - Sputnik Italia
Seguici su
Nel 2021, l’anno in cui si comincerà a capire qual è stato l'impatto reale della pandemia, l’Italia assumerà per prima volta nella storia la presidenza del G20, il gruppo che riunisce le più importanti economie del mondo.

"L'Italia è pronta ad assumere la Presidenza G20 e guidare la comunità internazionale verso una ripresa sostenibile e inclusiva. Affronteremo le principali sfide globali mettendo le persone e il pianeta al centro della nostra agenda, per costruire un futuro di prosperità per tutti", ha sottolineato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel suo intervento in occasione del passaggio di consegne dalla Presidenza saudita del G20 Riyadh summit a quella italiana. 

La presidenza italiana potrebbe avere la possibilità di affrontare ed offrire soluzioni innovative a temi di estrema attualità e di contrastare le conseguenze della crisi pandemica mantenendo l’ambizione di poter incidere sulle sfide globali di lungo periodo? Per un approfondimento in merito Sputnik Italia ha raggiunto in esclusiva l’On. Marta Grande, la presidente della Commissione Esteri della Camera.

© Foto : Nicola Virzi, ufficio stampaMarta Grande
Grande (Commissione Esteri): L'Italia nel G20 si impegnerà per l'accesso universale ai vaccini” - Sputnik Italia
Marta Grande

— On. Grande, dal 1° dicembre l’Italia presiederà per la prima volta nella storia il G20. Che significato ha questo evento per il Paese? Secondo Lei, la pandemia di Covid-19 potrebbe rappresentare l'occasione giusta per Roma per far sentire la sua voce sulla scena internazionale?

Il G20 è un appuntamento molto importante e presiederlo sarà una grande opportunità per il nostro Paese. I paesi del G20 rappresentano il 60% degli abitanti mondiali, il 78% del PIL mondiale, l'84% delle spese di difesa del mondo: assumerne la presidenza equivale a ricoprire un ruolo di primo piano a livello internazionale.

Inoltre, il periodo storico nel quale si inquadra la nostra presidenza è un momento particolare per ogni paese del mondo, l'Italia avrà la possibilità di presiedere proprio nella fase più delicata, ovvero quella dell'uscita dalla pandemia, sperando che riusciremo ad avere buoni riscontri dal momento in cui inizieremo a somministrare il vaccino anti-Covid-19.

Roma, 06/10/2020 - Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, all’Assemblea nazionale di Confcooperative presso l'Auditorium del Massimo. - Sputnik Italia
G20 a distanza, Conte: restiamo uniti per tornare a normalità migliore

— Il G20, finora, è stato troppo timido nell'affrontare la crisi scatenata dal Covid19. Ma è proprio un evento drammatico come quello della pandemia ha dimostrato l’interdipendenza di tutti gli Stati. Il mondo va inevitabilmente verso il "multilateralismo” rinnovato? È davvero l’unica via d'uscita dalla crisi?

— Questo momento storico ha dimostrato non solo l'interdipendenza  economica e sanitaria tra i paesi ma anche l'estrema fragilità del nostro sistema economico e della impossibilità, per un paese, di dirsi autonomo. È probabile che gli equilibri del multilateralismo mutino, così come è possibile che aumenteranno le rivalità tra paesi: le recenti ed autorevoli dichiarazioni di Henry Kissinger fanno pensare che l'unica alternativa ad un nuovo multilateralismo possa proprio essere una relazione esponenzialmente più conflittuale di quella che vediamo nei nostri giorni.

— l’Italia sta modellando l’agenda del prossimo G20 attorno a tre parole d’ordine, “Persone, Pianeta e Prosperità”. Potrebbe decifrare il significato di questi tre pilastri, molti dei quali sono stati messi in pausa con la pandemia?

La capitale dell'Arabia Saudita Riad - Sputnik Italia
Il G20 di quest'anno sarà virtuale dopo che quello fisico a Riad è stato annullato per il COVID-19

— Il Presidente Conte ha spiegato bene quali sono gli obiettivi e le prospettive del nostro Paese, partendo dall'assunto che da ogni crisi possono nascere delle possibilità. Abbiamo compreso tutti che lo stile di vita che la popolazione mondiale stava, e sta ancora, vivendo non è sostenibile. Il cambiamento climatico e lo sviluppo sostenibile non sono temi che possono restare ancora nell'angolo ma devono diventare a tutti gli effetti elementi fondanti della nostra civiltà. Solo il rispetto dell'ambiente, del lavoro dell'uomo e della prosperità del singolo può portare ad un miglioramento della vita di tutti.

— L’epidemia è miope - nessuno potrà più essere al sicuro. Secondo quanto si legge nella bozza del comunicato finale del gruppo delle 20 più grandi economie del mondo, si impegna a finanziare un’equa distribuzione dei vaccini, delle cure e dei test per il Covid-19 in modo che i paesi più poveri non siano tagliati fuori. Pensa che sia un obiettivo raggiungibile? La promessa sarà mantenuta?

— Credo che sia l'unica vera soluzione per sconfiggere questa pandemia. Forse potremmo trovarci ad assistere, per una volta, ad una vera uguaglianza nella somministrazione del vaccino. Personalmente non avrei dubbi se sostenere o meno questa soluzione, spero veramente che ogni singola persona abbia la possibilità di poter accedere al vaccino anti-Covid.

— Secondo Lei, durante la presidenza italiana sarebbe possibile firmare un trattato internazionale sulle pandemie che potrebbe aiutare a prevenire quelle future e aiutarci a rispondere più rapidamente e in modo più coordinato?

— Questa orribile esperienza ha sicuramente fatto luce su alcuni aspetti di condivisione e su metodologie che possono essere messe a sistema e standardizzate. Non so se ci sarà spazio per un vero e proprio Trattato ma credo che ci sia un grande spazio per confrontare i sistemi sanitari nazionali e far tesoro degli aspetti positivi e negativi di ciascuno. Penso che questa crisi aprirà la strada per una maggiore cooperazione anche nell'ambito medico-sanitario e credo che ogni Paese possa beneficiare da tale confronto.

Il Duomo di Milano - Sputnik Italia
G20 per la salute 2021, Milano e Bergamo si candidano come sedi

— Il G20 avrà inoltre l'opportunità di promuovere un'agenda che dia un nuovo slancio alla ripresa economica globale. Oltre alla necessaria azione per una fattiva e rapida realizzazione del Recovery Fund da esercitare nell’Unione europea, all’interno del G20 l’Italia, secondo Lei, potrebbe diventare uno degli attori principali del programma di riduzione del debito, a cominciare da quello dei Paesi più poveri del Sud del mondo?

— L'annoso tema della riduzione del debito dei paesi più poveri deve essere affrontato dalla comunità internazionale e mi auguro che l'Italia sarà in prima fila verso questo obiettivo. Il diritto internazionale è stato scritto dai politici (e tecnici) di ogni tempo e paese e penso che se si decidesse di andare verso quella direzione si potrebbe incidere positivamente sulla vita di milioni di persone nonché sulla ripresa dei Paesi maggiormente indebitati. Oggi più che mai c'è la possibilità di incidere in tal senso, di riformare e cambiare aspetti della nostra vita personale e dei nostri Stati; starà al coraggio dei politici fare quel passo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала