Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Iran potrebbe aumentare il livello di arricchimento di uranio

© Sputnik . Vladimir Fedorenko / Vai alla galleria fotograficaTeheran, Iran
Teheran, Iran - Sputnik Italia
Seguici su
L'Organizzazione per l’energia atomica iraniana (AEOI) è in grado di aumentare il livello di arricchimento di uranio, ha affermato il portavoce dell'organizzazione Behrouz Kamalvandi, commentando il relativo decreto legge dei parlamentari iraniani.

"L'AEOI ha le capacità necessarie per adempiere al decreto legge nel caso le autorità iraniane decidono di produrre attrezzature più avanzate per le esigenze del paese, aumentare le capacità di produzione e il livello di arricchimento di uranio", ha dichiarato Kamalvandi all'agenzia governativa ICANA.

In precedenza i parlamentari avevano deciso di prendere in considerazione un disegno legge denominato "una misura strategica per revocare le sanzioni", che include piani sull'aumento del livello di arricchimento dell'uranio al 20% e più, tale uranio è considerato militare. Al momento l'Iran arricchisce l'uranio a un livello superiore al 4% invece del 3,67% previsto dall'accordo.

Inoltre, è previsto l'uso di centrifughe per l'arricchimento dell'uranio IR-2M a Natanz e l'installazione di centrifughe IR-6 presso lo stabilimento di Fordow, mentre l'accordo sul nucleare prevede l'uso delle centrifughe IR-1 di prima generazione.

Il disegno di legge prevede anche il ripristino del reattore di Arak nella forma in cui era prima dell'accordo e la costruzione di un altro reattore mentre l'accordo suggerisce di riprogettarlo per la produzione di radioisotopi in modo che non produca plutonio per armi.

Accordo sul nucleare iraniano del 2015 (JCPOA)

Il JCPOA è stato firmato nel 2015 da Iran, Cina, Francia, Germania, Russia, Regno Unito, Stati Uniti, insieme all'Unione Europea. L'Iran avrebbe dovuto ridimensionare il suo programma nucleare e ridurre drasticamente le proprie riserve di uranio in cambio dell’annullamento delle sanzioni. Tuttavia, nel 2018 il presidente americano Donald Trump ha annunciato il ritiro unilaterale dall'accordo, avviando la strategia di nuove, rigide, sanzioni nei confronti dell’Iran. Da quel momento l'Iran si è gradualmente allontanato da alcune delle disposizioni dell'accordo nucleare, comprese le limitazioni sui livelli di arricchimento dell'uranio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала