Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Natale, Roberto Speranza: "Nuova fase con Rt inferiore a 1"

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 ITIl Ministro della Salute, Roberto Speranza
Il Ministro della Salute, Roberto Speranza - Sputnik Italia
Seguici su
A Natale allentamenti solo se il fattore Rt scenderà sotto quota 1, ma ci si potrà spostare solo tra regioni appartenenti alla zona gialla.

In vista del Natale, aumentano le preoccupazioni per la possibilità di restrizioni durante le festività, con importanti limiti alla vita familiare e sociale così come alle attività economiche delle aziende, che puntano allo shopping natalizio e ai cenoni per recuperare parte dei danni dovuti all'emergenza Covid-19.

Occhi puntati sul nuovo Dpcm, in agenda per il 3 dicembre, nel quale si dovranno sciogliere questi nodi e si dovrà prendere una decisione sull'attività scolastica, che resta un punto cruciale nella gestione dell'epidemia di Covid-19. 

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza - Sputnik Italia
Covid, Speranza: "Situazione seria, ma il vaccino non sarà obbligatorio"
Lascia ben sperare la riduzione dell'indice Rt a 1,18, che per il ministro della Salute, Roberto Speranza, segna la fine della fase esponenziale dei contagi e "significa che le misure che abbiamo adottato nelle ultime settimane stanno dando i primi effetti". Tuttavia "ci vuole ancora tanta cautela e prudenza ma la strada è giusta e dobbiamo insistere con la prudenza e il rigore", ha detto il ministro lunedì sera al Tg5.

Il ministro lascia aperta la possibilità di "nuova fase" che si potrà aprire con "l'indice del contagio Rt sotto 1", ma si mantiene cauto e invita a non bruciare le tappe

"Ci vuole molta, molta prudenza, non bisogna correre", dice. 

La pressione sulle strutture sanitarie resta infatti "molto molto alta" e questo "deve indurci alla massima prudenza". Ma avverte che anche qualora si dovesse avverare lo scenario migliore, gli spostamenti tra regioni "saranno possibili solo tra zone gialle". 

I vaccini

Il ministro ha rinnovato la sua fiducia nei vaccini "una conquista dell'umanità" e riguardo gli annunci delle ultime settimane sull'efficacia dei vaccini candidati ha assicurato che il vaccino verrà somministrato sulle persone soltanto !in condizioni di piena e assoluta sicurezza". 

Si attendono le autorizzazioni di Ema e AIFA, le agenzie del farmaco europea e italiana. "Faranno tutte le verifiche del caso", ha assicurato Speranza. 

In precedenza il ministro ha parlato dell'obbligatorietà del vaccino, auspicando di poter partire senza obbligo e di puntare a una campagna di sensibilizzazione, per una vaccinazione volontaria. 

Per ottenere l'immunità di gregge il vaccino dovrà essere somministrato su circa il 70% della popolazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала