Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La polizia brasiliana ha usato proiettili di gomma sui manifestanti contro l'omicidio al Carrefour

© REUTERS / AMANDA PEROBELLII manifestanti tengono cartelli con la scritta "Black Lives Matter" (L) e "Justice for Joao Alberto" durante una marcia a San Paolo in occasione della Giornata nazionale della coscienza nera e in segno di protesta contro la morte di Joao Alberto Silveira Freitas, un uomo nero picchiato a morte a un mercato a Porto Alegre, Brasile, 20 novembre 2020
I manifestanti tengono cartelli con la scritta Black Lives Matter (L) e Justice for Joao Alberto durante una marcia a San Paolo in occasione della Giornata nazionale della coscienza nera e in segno di protesta contro la morte di Joao Alberto Silveira Freitas, un uomo nero picchiato a morte a un mercato a Porto Alegre, Brasile, 20 novembre 2020 - Sputnik Italia
Seguici su
La polizia brasiliana avrebbe usato proiettili di gomma per disperdere la folla durante le proteste contro l'uccisione di un cliente della catena di negozi Carrefour nella città di Porto Alegre, secondo quanto riferito dai media del Paese.

Secondo il notiziario online G1, lunedì sera, un nutrito gruppo di manifestanti si è radunato vicino al negozio di Porto Alegre dove venerdì scorso il 40enne nero Joao Alberto Silveira Freitas è stato ucciso dalle guardie mentre faceva shopping con la moglie. La maggior parte dei presenti mostrava cartelli con richieste di giustizia. Verso le 19.00 (23:00 ora italiana), i manifestanti hanno iniziato a marciare per la strada, rallentando il traffico. Un'ora dopo, alcuni dei presenti hanno iniziato a strappare e dare fuoco a rami degli alberi, nonché a lanciare pietre contro gli agenti di polizia. I tafferugli, durati circa 20 minuti, sono stati represso dalla polizia con proiettili di gomma contro la folla. Al momento non ci sono informazioni sui feriti.

Carrefour ha definito le proteste giustificate, dicendo che vuole avviare una conversazione per cercare soluzioni per evitare che tali incidenti accadano di nuovo. L'azienda afferma di aver già contattato la famiglia del defunto e si è dichiarata pronta a fornire tutta l'assistenza necessaria.

Venerdì scorso, il 40enne nero Joao Alberto Silveira Freitas è stato ucciso dalle guardie mentre faceva shopping con la moglie. Secondo i rapporti preliminari, sarebbe morto per soffocamento, rendendo il suo caso per certi versi simile a quello di George Floyd negli Stati Uniti.

Sabato, gli attivisti di Black Lives Matter hanno distrutto e dato alle fiamme un Carrefour a San Paolo in risposta. Simili violente proteste hanno avuto luogo anche a Porto Alegre e Curitiba.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала