Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il partito di governo turco insiste, l'acquisto degli S-400 non è "negoziabile" con gli USA

© Sputnik . Grigoriy SisoevIl sistema missilistico S-400
Il sistema missilistico S-400 - Sputnik Italia
Seguici su
Ankara ritiene che la negoziazione politica con gli Stati Uniti sull'acquisto dei sistemi di difesa aerea russi S-400 sia inaccettabile, in quanto si è procurata gli S-400 per consolidare la sicurezza nazionale, ha dichiarato Omer Celik, portavoce del Partito della Giustizia e dello Sviluppo.

In precedenza il consigliere del leader della principale forza di opposizione Partito Popolare Repubblicano Unal Cevikez aveva affermato che le autorità turche non hanno ancora schierato gli S-400 per paura delle sanzioni statunitensi.

Cevikez ha aggiunto che questo argomento rimarrà all'ordine del giorno sia del partito di governo che dell'opposizione se arriverà al potere.

"Cevikoz dà la libertà d'azione alla leadership statunitense per annullare l'acquisto di S-400, che abbiamo comprato per proteggere la sicurezza della Turchia. La sicurezza del nostro Paese e la protezione della nostra madrepatria non sono oggetto di contrattazione. La contrattazione politica su questo argomento è inaccettabile", ha scritto Celik in un post su Twitter.

Il mese scorso il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha attaccato le autorità statunitensi, dicendo che "non sanno con chi hanno a che fare" ed ha esortato Washington a non esitare a introdurre le sanzioni relative all'acquisto degli S-400.

Gli Stati Uniti e i loro alleati della NATO si sono ripetutamente lamentati dei presunti problemi tecnici posti dall'S-400 agli aerei da guerra dell'alleanza. Alla fine di ottobre, Washington ha avvertito che ci sarebbero state "gravi conseguenze" per le "relazioni di sicurezza" tra Stati Uniti e Turchia se Ankara avesse continuato a procedere con le sue attività di test sugli S-400.

La fornitura di S-400 alla Turchia

Le consegne dei sistemi di difesa aerea dell'ultima generazione russi S-400, che hanno portato ad una crisi nelle relazioni tra la Turchia e gli Stati Uniti, sono state avviate a luglio 2019. Washington ha chiesto ad Ankara di rinunciare all'accordo e di acquistare i sistemi americani Patriot, minacciando di ritardare o addirittura annullare la vendita dei caccia F-35 alla Turchia, nonché d'imporre sanzioni in conformità con il CAATSA (la legge sul "Contrasto agli avversari dell'America attraverso sanzioni"). Ankara ha rifiutato di fare concessioni e ha continuato i negoziati su un lotto aggiuntivo di S-400.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала