Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Medici campani: Qui stiamo già decidendo chi curare e chi no

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Vai alla galleria fotograficaUn operatore medico si prepara per fare il prelievo di sangue per un test al coronavirus
Un operatore medico si prepara per fare il prelievo di sangue per un test al coronavirus - Sputnik Italia
Seguici su
I medici in Campania starebbero già decidendo chi salvare e chi affidare al suo destino. Lo denuncia il sindacalista Anaao-Assomed Pierino Di Silverio. Governo e Regione giocano al rimpallo: vergognoso.

Testimonianze drammatiche giungono dai reparti di terapia intensiva degli ospedali campani.

Pierino Di Silverio, componente dell’esecutivo Anaao-Assomed nazionale e vice segretario per la Campania, denuncia all’Adnkronos che i suoi colleghi medici gli inviano messaggi affermando che “non è vero che abbiamo ancora posti letto disponibili per pazienti Covid. Cominciamo a dover scegliere chi curare e chi no”.

Di Silverio denuncia che “nell’ultimo mese e mezzo si è infettato in Campania il 30% degli operatori”.

Appaiono quindi lontani i tempi della prima ondata in cui si elogiava il modello Campania che non aveva subito nemmeno un contagio tra i suoi operatori sanitari.

Secondo Di Silverio “nelle prossime settimane sarà sempre peggio”, se la curva non si dovesse raffreddare “noi scoppiamo”.

“Abbiamo una valanga di pazienti che necessita di cure, – prosegue Di Silverio – non tutti da terapia intensiva, ma che restano troppo tempo in ospedale”, occupando posti che si potrebbero liberare per chi ne ha reale bisogno.

Specializzandi pronti a scendere in campo

In Regione Campania è stato chiesto agli specializzandi degli ultimi due anni di tenersi pronti a scendere in corsia al fianco dei loro colleghi per dare man forte a reparti dove il personale è al limite delle forze.

Nessuna polemica

“Nessuno vuole colpevolizzare e crocifiggere ma stiamo soffrendo e alla fine restiamo da soli”, dice all’Adnkronos il sindacalista che accusa le istituzioni di decidere senza ascoltare i medici “e i pazienti che non sapendo contro chi protestare, iniziano a darci addosso”.

Per il sindacalista “c'è sulla gestione dell'emergenza Covid in Campania un rimpallo di responsabilità tra la Regione e il Governo. Una deresponsabilizzazione di cui dovrebbero vergognarsi entrambi.”

Per De Luca però è tutto sciacallaggio e razzismo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала