Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Identificato cadavere sul Po: era un 22enne che viveva in provincia di Vercelli

© Foto : PdSPolizia di Stato, un agente in una volante
Polizia di Stato, un agente in una volante - Sputnik Italia
Seguici su
Indentificato il corpo dell'uomo ritrovato ieri a Chivasso, si tratta di un giovane rumeno di 22 anni già noto alle forze dell'ordine per precedenti penali. Nessuna ipotesi esclusa.

Identificato il cadavere dell’uomo ritrovato ieri lungo le rive del fiume Po nella zona di Chivasso (Torino).

Secondo gli investigatori è stato possibile risalire alla sua identità grazie a un tatuaggio che il ragazzo di 22 anni portava su un braccio.

Si tratta di un giovane cittadino rumeno residente nella provincia di Vercelli e già noto alle forze dell’ordine per numerosi reati penali compiuti in passato.

Il ragazzo è stato trovato da un agricoltore della zona con in dosso una felpa, i jeans e un giaccone.

Secondo la scientifica, intervenuta per i rilievi, il corpo del ragazzo non presentava segni di violenza ma solo di trascinamento.

Quel che appare certo è che non è morto lì, ma che è stato trascinato in quel posto forse dalla corrente del fiume o da qualcuno che lo ha adagiato dove l’agricoltore lo ha ritrovato.

Nessuna ipotesi viene tralasciata dal pubblico ministero Lea Lamonaca a cui sono state affidate le indagini dalla Procura di Ivrea.

Disposta l’autopsia per comprendere se si è trattato di un malore, di un suicidio o di un fatto violento.

Vercelli dista da Chivasso circa 50 chilometri, inoltre il Po non bagna Vercelli prima di giungere a Chivasso le acque del fiume attraversano Torino e lambiscono Settimo Torinese.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала