Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Bolivia vuole acquistare il vaccino russo contro COVID-19

© Foto : RDIFProduzione del vaccino russo contro il coronavirus
Produzione del vaccino russo contro il coronavirus - Sputnik Italia
Seguici su
Ad agosto, il Ministero della Salute della Russia ha registrato il primo vaccino al mondo per la prevenzione del COVID-19.

La Bolivia intende acquistare il vaccino contro il coronavirus russo Sputnik V, ha detto in un'intervista a Sputnik il ​​presidente Luis Arce, che ha vinto le elezioni pochi giorni fa.

"Certo", ha detto, quando gli è stato chiesto se il nuovo governo acquisterà il vaccino.

"Capisco che il vaccino non sia ancora in vendita, penso che sia già stato discusso in modo che la Bolivia sia uno dei primi paesi ad averlo", ha aggiunto Arce.

Ha sottolineato che si prevede di acquistare il vaccino russo non per la ricerca, ma direttamente per la vaccinazione.

Il vaccino Sputnik V

Ad agosto, il Ministero della Salute della Russia ha registrato il primo vaccino al mondo per la prevenzione del COVID-19, sviluppato dal Centro di ricerca Gamaleya per l'elettrochimica e la tecnologia e prodotto insieme al Fondo russo per gli investimenti diretti. Si chiama "Sputnik V". Il vaccino prevede l'introduzione di due componenti del farmaco con un intervallo di tre settimane.

Gli studi clinici post-marketing del vaccino contro il coronavirus sono iniziati a Mosca il 7 settembre e i primi partecipanti sono stati vaccinati il ​​9 settembre. In totale allo studio parteciperanno 40mila volontari, di cui 10mila riceveranno un placebo, necessario per testare l'efficacia del vaccino.

L'amministratore delegato del Fondo Russo per gli Investimenti Diretti (RDIF - Russian Direct Investment Fund), Kirill Dmitriev, ha riferito che il fondo ha ricevuto richieste da più di 20 Paesi per l'acquisto di un miliardo di dosi del vaccino. Allo stesso tempo, ha osservato che la Russia ha acconsentito alla produzione di vaccini in cinque di essi. Secondo Dmitriev, le attuali capacità disponibili potrebbero consentire di produrre 500 milioni di dosi all'anno.

Dopo la pubblicazione su The Lancet dei risultati della Fase 1 e della Fase 2 dei test clinici di Sputnik V, nel nostro sito è stato pubblicato un articolo con le risposte agli interrogativi degli scettici sulle potenzialità di questo vaccino.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала