Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Erdogan accusa Macron di voler "regolare i conti con l'Islam ed i musulmani"

© Turkish Presidential Press OfficeRecep Tayyip Erdogan
Recep Tayyip Erdogan - Sputnik Italia
Seguici su
In un discorso in videoconferenza di oggi, Recep Tayyip Erdogan ha commentato con veementi critiche la proposta del capo di Stato francese del 2 ottobre scorso, sulla creazione di un "Islam illuminista" in Francia. Il presidente turco ritiene che queste iniziative mirino a "regolare i conti con l'Islam ed i musulmani".

Il presidente turco ha criticato i propositi di Emmanuel Macron per favorire la nascita di un "Islam illuminista" in Francia, durante un intervento in videoconferenza dell'Organizzazione per la cooperazione islamica.

"Chi è preoccupato dall'ascesa dell'Islam attacca la nostra religione attraverso le crisi che provoca. La retorica anti-islamica e anti-musulmana è lo strumento più utile per i politici occidentali per coprire i loro fallimenti", ha detto il presidente della Turchia.

"L'Islam francese", "l'Islam europeo" e "l'Islam austriaco" sono esempi recenti", ha detto Erdogan, aggiungendo che il vero problema di queste iniziative guidate dal presidente Macron è "regolare i conti con l'Islam ed i musulmani".

Secondo Erdogan, in Occidente puntano a creare un profilo sciolto e inquieto per i musulmani, nonché un sistema anti-islamico in cui i rituali religiosi possono essere eseguiti solo a casa e in cui si vietano i simboli religiosi.

"Il nome di un tale sistema non è democrazia, ma totalitarismo", ha concluso Erdogan.

Recentemente la Francia è rimasta scioccata dal brutale assassinio di un professore di un istituto superiore in quanto durante le sue lezioni a difesa della libertà di espressione aveva usato caricature del profeta Maometto.

I rapporti tra Macron e Erdogan nell'ultimo periodo non sono stati rosei: in particolare lo scontro è scaturito dalle azioni di Ankara nel Mediterraneo orientale alla ricerca di risorse energetiche in zone contese con Grecia e Cipro. Più di recente Turchia e Francia si sono mostrate lontane sulla crisi del Nagorno-Karabakh.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала