Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coprifuoco? Una parola che non piace a Salvini

Seguici su
Matteo Salvini di coprifuoco non ne vuole proprio sapere. E sulla scelta della Regione Lombardia a trazione Lega, storce il naso. Vuole che gli spieghino l'evidenza scientifica della misura.

Al leader della Lega, Matteo Salvini la parola coprifuoco non piace perché evoca tempi di guerra, un po’ come a condono fiscale preferisce le parole ‘pace fiscale’.

Tuttavia se per ora il Governo ha scongiurato il coprifuoco a livello nazionale, è la Regione Lombardia, guidata dalla stessa Lega, ad aver chiesto al governo giallorosso di poter attivare il coprifuoco serale dalle 23.00 alle 5.00 del mattino a partire da giovedì 22 ottobre prossimo.

Con questa misura il presidente Attilio Fontana e la giunta regionale della Lombardia provano a scongiurare il dilagare della pandemia, dopo aver vissuto mesi drammatici tra fine febbraio e maggio.

“Mi spieghino l’evidenza scientifica per cui posso girare per Milano fino alle 21 e poi devo andare a casa, mi sembrano cose strampalate e prive di senso”, così spiega la sua posizione Matteo Salvini che a quanto pare nella Lega, almeno in Lombardia, non sembra più essere condivisa pienamente.

Mezzi affollati e coprifuoco

Matteo Salvini si domanda a cosa serva il coprifuoco, anche perché poi sfoglia le pagine dei quotidiani cartacei e di quelli online e trova immagini di autobus, metro e treni affollati.

Il Ministro De Micheli domenica, ospite di ‘Mezz’ora in più, aveva parlato di percezione del sovraffollamento da parte dei cittadini’.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала