Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bolivia, presidente ad interim mobilita polizia e militari per "sicurezza" in giorno elezioni

© Foto : Screenshot/ONUJeanine Áñez en el Debate General del 75 periodo de sesiones de la Asamblea General de la ONU
Jeanine Áñez en el Debate General del 75 periodo de sesiones de la Asamblea General de la ONU - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente ad interim della Bolivia Jeanine Áñez ha sostenuto che la massiccia mobilitazione di polizia e militari nel giorno delle elezioni ha il solo scopo di garantire pace e sicurezza con la piena indipendenza politica.
"Avremo elezioni trasparenti, libere e senza pressione. Le forze armate e la polizia saranno nelle strade a favore del popolo boliviano, a differenza di altre volte; non sono a favore di nessun candidato", ha riferito alla stampa la Áñez all'apertura dei seggi elettorali.

La Áñez ha parlato con i giornalisti presso la sede del Tribunale Supremo Elettorale (TSE) prima di recarsi nella città amazzonica di Trinidad, dove esprimerà il suo voto, per poi attendere a La Paz i risultati, secondo quanto affermato da lei stessa.

Secondo i media locali, migliaia di poliziotti e militari, supportati da blindati, sono stati schierati nei seggi elettorali e nelle strade nell'ultimo giorno.

La presidente ad interim che ha partecipato anche alla corsa elettorale come candidata fino al suo ritiro di metà settembre, ha aggiunto che il coordinamento del lavoro dei militari e della polizia era a carico del ministero competente del governo.

Secondo la legge elettorale, il giorno del voto le forze dell'ordine sono formalmente sotto il comando del Tribunale Supremo Elettorale.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала