Vaccino russo Sputnik V: India dà via libera sperimentazione sull’uomo

© Foto : servizio stampa Fondo russo di investimenti diretti (Rfpi)Il primo vaccino russo contro il Covid-19
Il primo vaccino russo contro il Covid-19 - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il fondo di Investimento russo RDIF, principale investitore nello sviluppo del primo vaccino COVID-19 della Russia, ha concordato di condurre studi clinici su Sputnik V in India con una multinazionale farmaceutica locale.

L’autorità sui farmaci in India ha dato il via libera alle fasi 2 e 3 degli studi clinici di Sputnik V nel Paese, lo ha detto sabato il Russian Direct Investment Fund (RDIF).

Il fondo ha reso noto che l’India effettuerà studi controllati multicentrici e randomizzati, che includeranno i test per la sicurezza e la capacità immunologica.

“Siamo lieti di collaborare con i regolatori indiani e oltre ai dati degli studi clinici indiani, forniremo dati sulla sicurezza e immunogenicità dello studio clinico di fase 3 russo. Questi dati rafforzano ulteriormente lo sviluppo clinico del vaccino Sputnik V in India”, ha detto Kirill Dmitriev, CEO di RDIF, in un comunicato.

L’amministratore delegato dei Laboratori Dr Reddy, G.V. Prasad, ha appreso con soddisfazione l’approvazione della fase test da parte delle autorità indiane.

“Questo è uno sviluppo significativo che ci permette di avviare la sperimentazione clinica in India e siamo impegnati nel realizzare un vaccino sicuro ed efficace per combattere la pandemia”, ha detto l’amministratore.

Il RDIF e il dottor Reddy hanno stipulato a settembre una collaborazione per condurre studi clinici sul vaccino russo contro il nuovo coronavirus in India. Come parte della cooperazione l’RDIF fornirà 100 milioni di dosi di vaccino al dottor Reddy subito dopo l’approvazione normativa in India.

La Russia ha registrato il primo vaccino al mondo contro il nuovo coronavirus, sviluppato dall’Istituto Gamaleya ad agosto. Ora sta completando la fase 3 degli studi clinici in Russia seguendo i protocolli dell’OMS.

Inoltre l’RDIF, insieme ai suoi partner, conduce studi clinici su Sputnik V in Bielorussia, Emirati Arabi Uniti e Venezuela.

L’India conduce studi su tre candidati vaccini Covid-19, tra cui due sviluppati a livello nazionale. Il Serum Institute of India a sua volta sta completando la fase 2 degli studi clinici per il vaccino Oxford. L’India coopera anche nello sviluppo di vaccini con cinque aziende farmaceutiche, tra cui AstraZeneca e Novavax.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала