Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid in Italia, torna la paura: l'85% degli italiani si dichiara preoccupato

© Sputnik . Evgeny UtkinCoronavirus, le persone nelle mascherine protettive in Italia
Coronavirus, le persone nelle mascherine protettive in Italia - Sputnik Italia
Seguici su
Aumenta in modo drastico la paura negli italiani per l'emergenza Coronavirus, con l'85% dei cittadini che si dichiarano preoccupati per i prossimi mesi di convivenza con il virus. Lo riferisce Coldiretti-Ixè in un'analisi sulla situazione epidemiologica italiana delle ultime settimane.

Il nuovo aumento di contagi registrato nelle ultime settimane ha fatto balzare in avanti il numero di italiani che si dichiarano preoccupati per la nuova ondata di casi Covid. Questo è il dato che emerge da un'analisi Coldiretti-Ixè effettuata in seguito alla proroga dello stato d'emergenza nel Paese.

Il pericolo del nuovo lockdown potrebbe avere effetti disastrosi a livello economico e sociale e la maggior parte degli italiani lo percepisce, così come è al corrente della vicinanza del virus, spesso dopo contagi tra amici e parenti. 

Le priorità per gli italiani sono due:

  • Salute
  • Lavoro

"L’indagine Coldiretti/Ixè evidenzia che quasi la metà degli italiani (43%) conosce qualcuno che ha contratto il coronavirus tra familiari o parenti, amici o conoscenti o sono stati colpiti direttamente. La preoccupazione riguarda soprattutto la salute propria o dei congiunti con la grande maggioranza che vede in prospettiva una tendenza al peggioramento della situazione ed il pericolo di un nuovo lockdown" ha sottolineato Coldiretti.

Secondo una precedente analisi di Coldiretti, l'emergenza sanitaria ha portato fra gli italiani una maggior consapevolezza sul valore del cibo, un ritorno al fai da te, la riscoperta dei piatti con gli avanzi e della preparazione delle conserve.

L'indagine indica che più di 1 italiano su due (il 54%), ha adottato alcune strategie domestiche per ridurre o annullare gli sprechi. Il report è stato reso pubblico in occasione della prima Giornata internazionale della Consapevolezza sugli Sprechi e le Perdite Alimentari dello scorso 29 settembre.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала