Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Israele: violente proteste anti-governative dopo imposizione nuove restrizioni COVID-19 - Video

© REUTERS / AMMAR AWADGli israeliani protestano contro la legislazione che vieta loro di tenere manifestazioni a più di 1 km (0,6 miglia) dalle loro case, una misura secondo il governo mirata a contenere le infezioni da coronavirus (COVID-19), a Tel Aviv, Israele, 3 ottobre 2020.
Gli israeliani protestano contro la legislazione che vieta loro di tenere manifestazioni a più di 1 km (0,6 miglia) dalle loro case, una misura secondo il governo mirata a contenere le infezioni da coronavirus (COVID-19), a Tel Aviv, Israele, 3 ottobre 2020. - Sputnik Italia
Seguici su
Migliaia di persone hanno protestato contro il governo del primo ministro Benjamin Netanyahu in Israele sabato, la polizia ha effettuato più arresti e multato i manifestanti per le nuove restrizioni sul coronavirus, riferisce il quotidiano Haaretz.

Si stima che circa 130mila persone abbiano partecipato alle proteste di sabato in Israele. Unità di polizia a cavallo sono state dispiegate a Tel Aviv, dove i manifestanti si sono scontrati con gli agenti, che secondo quanto riferito ha attaccato alcuni manifestanti.

​L'Haaretz ha affermato che sabato a Tel Aviv sono stati effettuati almeno dieci arresti e sono state inflitte multe a più persone a Tel Aviv per violazioni dei regolamenti di emergenza.

​Sabato il sindaco di Tel Aviv Ron Huldai è stato leggermente ferito alla mano durante gli scontri tra manifestanti e polizia, ha detto il giornale, aggiungendo che il sindaco si sente bene.

Le nuove misure anti-coronavirus​

Alla fine del mese scorso, in Israele sono entrate in vigore nuove restrizioni sul coronavirus, sulla base del nuovo blocco introdotto il 18 settembre. Le nuove misure di lockdown saranno in vigore fino al 14 ottobre, con possibilità di proroga.

Mercoledì il Knesset (parlamento israeliano) ha approvato un emendamento alla legge sul coronavirus che consente di limitare le proteste: ora le manifestazioni non possono essere composte da più di 20 persone e devono svolgersi a non più di un chilometro di distanza dalle proprie abitazioni.

Le proteste che chiedono a Netanyahu di dimettersi a causa di una crisi economica causata dalla pandemia di coronavirus sono in corso da luglio.

Ronni Gamzu, il massimo consigliere politico israeliano per il COVID-19 e direttore generale del Tel Aviv Sourasky Medical Center, ha accusato Netanyahu d'inasprire le restrizioni COVID-19 nel tentativo di contenere le manifestazioni anti-governative.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала