Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Conte su coronavirus: governo chiederà proroga dello stato d’emergenza fino al 31 gennaio

© Foto : governo.itConte interviene alla 75ma Assemblea Generale ONU
Conte interviene alla 75ma Assemblea Generale ONU - Sputnik Italia
Seguici su
Il Premier Giuseppe Conte ha confermato che il governo chiederà la proroga dello stato d’emergenza fino al 31 gennaio 2021.

Secondo quanto affermato dal Primo Ministro Giuseppe Conte in diretta Facebook dall'Istituto comprensivo "Francesco Gesuè" a San Felice a Cancello (Caserta), il governo chiederà la proroga dello stato d’emergenza fino al 31 gennaio 2021.

Come affermato da Conte, nonostante "la curva sia sotto controllo" questa richiede comunque "la massima attenzione dello Stato, della Protezione Civile, dei commissari, dei presidenti delle Regioni, e anche dei cittadini. Quindi abbiamo convenuto che andremo in Parlamento a proporre la proroga dello stato d’emergenza, ragionevolmente fino alla fine di gennaio 2021”.

Riguardo i provvedimenti locali Conte, rivolgendosi a "tutti gli amministratori locali, ai presidenti", ha consigliato di lavorare in pieno coordinamento con il governo, "per lavorare a livello centrale e assumere decisioni quando servono".

I decreti sicurezza al prossimo Consiglio dei ministri

Sempre nella diretta il Premier ha affrontato la questione dei decreti sicurezza, le cui modifiche verranno discusse nel prossimo Cdm. Conte ha sottolineato l'importanza di effettuare tali modifiche affermando che "era uno dei punti programmatici al momento della nascita del governo era la revisione dei decreti, anche alla luce dei rilievi del presidente Mattarella".

"In questo caso" ha continuato il Premier "quello che a noi sta a cuore non sono slogan come porti aperti o porti chiusi, per noi è l’obiettivo della sicurezza e della protezione, che vale per i cittadini italiani e per gli stessi migranti. Noi non abbiamo mai lasciato in mare in difficoltà nessuno”.

Il ritorno a scuola è "una vittoria"

Nella sua visita scolastica in provincia di Caserta Conte ha dichiarato che il ritorno alla "didattica in presenza è una vittoria per l'intero Paese" viste le difficoltà intrinseche della didattica a distanza.

"È un anno scolastico particolare, difficile," ha dichiarato Conte, "è una sfida che dobbiamo vincere tutti insieme. È un lavoro che si sta man mano completando e stiamo superando le criticità”.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала