Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Svezia accusa: navi russe e danesi violano nostre acque territoriali

© Sputnik . Alexei DanichevCorvetta della marina russa
Corvetta della marina russa - Sputnik Italia
Seguici su
Secondo il ministro della Difesa svedese Peter Hultqvist, che ha definito le violazioni “inaccettabili”, la presunta intrusione russa è avvenuta il 14 settembre vicino a Göteborg ed è durata 11 minuti. Al contrario, non sono stati forniti dettagli sullo sconfinamento danese.

Le forze armate svedesi hanno affermato che due navi russe sono entrate nelle acque territoriali svedesi senza permesso. La prima intrusione sarebbe avvenuta a sud-ovest di Göteborg il 14 settembre. Le due corvette russe sono state identificate come appartenenti alla classe Steregushchiy e alla più moderna classe Gremyashchiy, rispettivamente di 105 e 106 metri di lunghezza, secondo il quotidiano Dagens Nyheter. In tutto, la presunta intrusione è durata 11 minuti.

“Sono stati contattati via radio e alla fine hanno risposto e poi hanno lasciato le acque svedesi. È una violazione e quindi dobbiamo reagire e segnalare. Sono stati chiamati i rappresentanti russi. Ovviamente è un crimine e una violazione della Svezia e del tutto inaccettabile", ha detto il ministro della Difesa svedese Peter Hultqvist all'emittente nazionale SVT.

Due giorni dopo, il 16 settembre, una nave danese è passata nella stessa zona senza permesso. Entrambi gli episodi sono stati segnalati agli uffici governativi come violazioni inaccettabili, hanno affermato le forze armate in un comunicato stampa.

Jonas Kjellén, analista della politica di sicurezza presso l'Agenzia svedese per la ricerca sulla difesa, ha definito le navi da guerra russe "il top della linea", sottolineando che sono le più avanzate di quella classe nel Mar Baltico. Ha detto che è difficile valutare se si è trattato di una violazione deliberata, un test o una provocazione, ma non ha escluso che si trattasse di un errore.

Il reporter di Göteborgs-Posten Jan Höglund ha definito l'incidente "un ritorno all'era della Guerra Fredda".

Queste accuse sono arrivate in seguito all'incidente di mercoledì nello stretto di Øresund tra Danimarca e Svezia, dove una fregata russa si era scontrata con una nave portacontainer chiamata Ice Rose in una fitta nebbia. Non si sono verificate perdite di petrolio e nessun membro dell'equipaggio è rimasto ferito. La flotta russa del Baltico ha detto che l'incidente è avvenuto in condizioni di scarsa visibilità e la nave russa ha ricevuto un danno allo scafo sopra la linea di galleggiamento e stava tornando alla sua base.

Le tensioni tra Russia e Svezia

Le relazioni tra Russia e Svezia sono state piuttosto tese negli ultimi anni, non da ultimo in seguito alla riunificazione della Crimea con la Russia, che la Svezia ha denunciato come "annessione" e utilizzata come "test" della presunta aggressione russa. Dal 2014, la "minaccia russa" è emersa regolarmente nei rapporti militari e nei discorsi politici allo stesso modo come pretesto per aumentare i finanziamenti per la difesa.

L'anno scorso, il governo svedese ha raggiunto un accordo "storico" per aumentare ogni anno gli stanziamenti per la difesa di 5 miliardi di corone svedesi (550 milioni di dollari) tra il 2022 e il 2025. Per finanziare questo gigantesco aumento, sono state introdotte nuove tasse, tra cui una tassa bancaria e una tassa su alcol e tabacco.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала